Home A2 A2 - Girone Verde Stefano Tonut saluta la sua Trieste: “Ringrazio tutti, questo non è un addio. Sarò sempre il primo tifoso di questa città”

Stefano Tonut saluta la sua Trieste: “Ringrazio tutti, questo non è un addio. Sarò sempre il primo tifoso di questa città”

0

Stefano TonutUn altro che va via. Dopo Ruzzier, è Stefano Tonut a lasciare la Pallacanestro Trieste ed approdare in Serie A alla Reyer Venezia. Stefano va via dopo esser stato il miglior italiano dello scorso campionato di A2. C’è rammarico da parte dei tifosi triestini ma anche la consapevolezza che un talento come Stefano meritava un’opportunità come quella che Venezia sembra disposta ad offrirgli. Questa mattina, l’ex n°7 biancorosso, ha salutato tutti i suoi tifosi con il seguente post sul suo profilo Instagram: “A pochi giorni dall’ufficialità da parte della mia futura squadra, volevo ringraziare personalmente tutte le persone che mi sono state vicine nel corso di questi lunghi anni a Trieste.. Un sincero ringraziamento va a tutta la città, ai tifosi che sono stati sempre al nostro fianco, ai miei compagni, agli allenatori, assistenti e dirigenti che ogni anno hanno sempre dato il contributo senza nessuna presunzione di raggiungere particolari obbiettivi.. L’ultimo anno è stata la ciliegina sulla torta di un lavoro che di certo non è arrivato casualmente.. Tanto sacrificio e impegno hanno portato ad un bellissimo risultato, e non parlo di dove siamo riusciti ad arrivare, ma di cosa siamo riusciti a portare in palazzetto. Personalmente non avevo mai visto così pieno il PalaTrieste anche a distanza di pochi giorni tra una partita e l’altra.. Con questo meraviglioso ricordo lascio una città nella quale sono cresciuto, che mi ha regalato emozioni uniche e che mi ha dato moltissimo sia come persona, sia come giocatore… Non è di mio scrivere così tanto e anche se può sembrar una “lettera di addio”, questa non lo è; sarò sempre il primo tifoso per questa città, e quando ne avrò l’opportunità sarò presente.. d’altronde i km che ci dividono non sono poi così tanti

 

 

A pochi giorni dall’ufficialità da parte della mia futura squadra, volevo ringraziare personalmente tutte le persone che mi sono state vicine nel corso di questi lunghi anni a Trieste.. Un sincero ringraziamento va a tutta la città, ai tifosi che sono stati sempre al nostro fianco, ai miei compagni, agli allenatori, assistenti e dirigenti che ogni anno hanno sempre dato il contributo senza nessuna presunzione di raggiungere particolari obbiettivi.. L’ultimo anno è stata la ciliegina sulla torta di un lavoro che di certo non è arrivato casualmente.. Tanto sacrificio e impegno hanno portato ad un bellissimo risultato, e non parlo di dove siamo riusciti ad arrivare, ma di cosa siamo riusciti a portare in palazzetto. Personalmente non avevo mai visto così pieno il PalaTrieste anche a distanza di pochi giorni tra una partita e l’altra.. Con questo meraviglioso ricordo lascio una città nella quale sono cresciuto, che mi ha regalato emozioni uniche e che mi ha dato moltissimo sia come persona, sia come giocatore… Non è di mio scrivere così tanto e anche se può sembrar una “lettera di addio”, questa non lo è; sarò sempre il primo tifoso per questa città, e quando ne avrò l’opportunità sarò presente.. d’altronde i km che ci dividono non sono poi così tanti