Home A2 A2 - Girone Rosso A2 Gold – Jesi e Assigeco, caccia ai due punti

A2 Gold – Jesi e Assigeco, caccia ai due punti

0

LNP - Slide

L’Assigeco continua il suo personale tour del centro Italia e da Veroli si sposta nelle Marche per giocare al PalaTriccoli di Jesi. Nel turno infrasettimanale i lodigiani hanno colto la loro prima vittoria in campionato a spese di una diretta rivale alla corsa alla salvezza come il Veroli. La tappa di domani va vista sempre in questa ottica. Ottenere altri due punti on the road sarebbe una grande iniezione di fiducia che servirebbe a galvanizzare i ragazzi di Zanchi alle prese con il recupero di quattro infortunati che hanno saltato il precampionato. “Sono 23 anni che vivo nelle Marche, a Fermo. Per me è un tornare a casa – afferma il coach lodigiano Andrea Zanchi – contro Veroli siamo stati brutti ma per fortuna concreti e per il momento sarà difficile ottenere qualcosa di diverso perché le tante assenze non ci hanno permesso di allenarci bene e manca la conoscenza con i nuovi arrivati. La Fileni ha talento e tradizione, ma anche coach Lasi ha un po’ di problemi simili ai nostri. A loro mancheranno Mason Rocca e Santiangeli, ma cercheranno in tutti i modi la loro prima vittoria in campionato”. I marchigiani finora hanno perso contro Brescia, Biella e Casale Monferrato. Lasi avrà un quintetto giocoforza già definito con Miller in cabina di regìa, Borsato guardia, Elliott ala piccola, Migliori ala grande e l’esperto Maggioli a presidiare le plance. “A Jesi vorrei vedere un piccolo passo avanti della mia squadra – conclude Zanchi – mi aspetto un po’ più di ritmo e magari una diversa percentuale di tiro rispetto a quella insufficiente fatta vedere contro Veroli. La speranza è che i ragazzi abbiano un po’ più di gambe in modo da ritrovare anche un minimo della nostra proverbiale difesa, anche se di questi tempi è dura far quadrare i conti”.

Di sicuro Jesi non correrà come i ragazzini di Veroli e già questo sul piano delle energie sarà un punto a favore dell’Assigeco che oltretutto contro Veroli aveva anche Alessandri in campo con la febbre. Senz’altro da vedere il duello sotto i tabelloni fra Mitch Poletti e il totem Maggioli che potrebbe essere uno dei possibili aghi della bilancia dell’incontro.