Home A2 A2 - Girone Rosso A2 Gold – la sala stampa di Napoli-Casale

A2 Gold – la sala stampa di Napoli-Casale

0

Calvani - Napoli Continua a esserci aria pesante in casa napoletana, e lo testimoniano le dichiarazioni di Marco Calvani, che con le defezioni di Malaventura e Brkic si è trovato con soli quattro uomini della prima squadra disponibili: “E’ dura lavorare in queste condizioni: abbiamo giocatori che chiedono di andarsene, ho gli uomini contati, più di tanto non possiamo fare. Per come siamo messi, una prestazione come quella odierna è già molto, ma andare avanti così è frustrante. Eppure, non siamo stati inferiori ai nostri avversari in nessuna voce statistica, eccetto quella dei rimbalzi offensivi. Con la squadra al completo, avremmo potuto vincere”.

Marco Ramondino spiega le difficoltà dei suoi ragazzi nel domare Napoli: “Sapevamo che partivamo favoriti, viste le vicissitudini sofferte dal roster di Napoli con l’assenza per infortunio di Malaventura e di Brkic. Per questo eravamo preoccupati di dover prendere subito l’iniziativa per imporci nella partita, avendo però grande rispetto delle qualità messe sul parquet dai partenopei: qualità non solo emotive, ma anche tecniche. L’assetto con Ganeto e Allegretti sotto le plance, utilizzati come ‘finti’ lunghi, poteva crearci problemi nella nostra fase difensiva, senza poi costringere la Givova a pagare dazio nelle loro azioni di difesa, fase in cui proteggevano l’area con cambi sistematici e zona. Abbiamo avuto un buon approccio alla partita, iniziando bene, ma andando in difficoltà poi nel secondo quarto, anche probabilmente a causa del mio errore nell’utilizzo del pressing. Nella seconda parte siamo andati meglio, grazie ad un leggero calo fisico di Napoli ed alla nostra miglior costruzione dei tiri, seppur abusando troppo delle conclusioni da 3 punti, forzate anche dal loro ‘sfidarci’ a tirare da fuori. Ora arriva un’altra sosta che ci costringe a fermarci prima della prossima gara con Trapani che rappresenterà per loro un dentro/fuori nella corsa di qualificazione ai playoff. Dovremo essere bravi ad organizzare bene il lavoro, gestendo al meglio le energie emotive per arrivare al massimo alla partita”.