Home A2 A2 - Girone Rosso A2 Gold: Il punto al 31 Luglio sul mercato delle 16 protagoniste

A2 Gold: Il punto al 31 Luglio sul mercato delle 16 protagoniste

0

In data odierna, 31 Luglio, è impresa ardua ed impossibile poter tracciare ipotetiche griglie di partenza, in base al favore dei pronostici, osservando gli attuali roster delle formazioni del campionato di A2 Gold, ma sicuramente è possibile poter constatare quali squadre siano state finora più attive sul mercato, e quali fino a questo momento siano ancora tutte da costruire nei prossimi mesi in sede di trattative di mercato. La regina di questa prima parte estiva sul mercato di A2 Gold è senza ombra di dubbio l’Azzurro Napoli Basket, sotto le insegne del nuovo marchio Givova quale main sponsor. La squadra partenopea, che si è assicurata la sapiente ed esperta guida tecnica di coach Calvani, è partita dalle riconferme di elementi di grande valore tecnico ed esperienza quali il capitano Malaventura, David Brkic e Marco Allegretti, aggiungendo poi di volta in volta nuovi pezzi al proprio roster.  La cabina di regia è stata completata miscelandola con l’esperienza di Valerio Spinelli e la giovane freschezza di  Andrea Traini, talentuoso ma tanto sfortunato play per via dei gravi infortuni subiti negli ultimi due anni arrivato da Pesaro, nel ruolo di ala piccola ci si è assicurati l’importante aggiunta dell’ex Barcellona Ganeto, il reparto lunghi è stato completato con l’arrivo del georgiano Nika Metreveli, mentre il grande colpo di mercato e la prossima grande attrazione per la piazza napoletana è stato l’acquisto dell’ala De’Mon Brooks proveniente da Davidson. Ora per completare l’opera il g.m.  Mirenghi sonda il mercato per l’acquisto della guardia americana, ma la dirigenza partenopea ha tanto tempo a disposizione per piazzare il colpo giusto in un team destinato a recitare un ruolo da protagonista nel prossimo campionato. Ruolo di primo piano che avranno sicuramente Torino e Verona, le grandi deluse dell’ultimo campionato, che entrambe hanno visto concludersi la loro corsa al massimo campionato nelle semifinali play-off. La squadra piemontese riparte dall’ingaggio di coach Bechi in panchina, e dalle importanti riconferme sotto canestro di Valerio Amoroso e Mancinelli, che sono una inequivocabile garanzia sulle aspettative torinesi di poter puntare a pieno diritto sull’obiettivo promozione in A. L’unica novità per il momento in casa Pms è stato l’ingaggio della guardia Davion Berry proveniente da Weber State. Verona, invece, è ripartita dalle riconferme di coach Ramagli in panca e del capitano Boscagin insieme alla guardia ex Varese Reati, mentre l’unica novità, ma elemento di sicuro valore, è l’acquisto di Klaudio N’Doja da Cremona, l’ala già protagonista della promozione di Brindisi in massima serie tre stagioni fa. Altra formazione molto attiva sul mercato, e con grande voglia di riscattare la deludente ultima stagione è la Leonessa Brescia, che si è assicurata l’importante competenza quale uomo mercato del g.m.  Ferencz Bartocci ex Veroli, e che in panchina si affida a coach Andrea Diana fino all’anno scorso secondo di Martelossi. Gli acquisti della squadra bresciana sono il ritorno in cabina di regia di Juan Fernandez, una delle colonne della Leonessa arrivata alla finale promozione contro Pistoia due stagione fa, e dei lunghi Benevelli ex Capo D’Orlando ed Andrea Cittadini, che ha seguito Bartocci da Veroli.  Altre squadre che finora non sono state con le mani in mano a  guardare sul mercato sono Casale Monferrato, Ferentino e Trapani. Casale Monferrato ha sostituito in panchina coach Griccioli, approdato a Capo D’Orlando, con il promettente Ramondino, autore di una superba stagione a Veroli nel campionato del debutto da head coach tra i pro.  Con Ramondino è arrivato da Veroli anche il play Tomassini, nel ruolo di guardia è approdato da Arizona State il rookie Marshall, mentre sotto canestro il riconfermato Martinoni rifarà coppia nuovamente con il centro lituano Butkevicius come due stagioni fa in quel di Casale. La Fmc Ferentino è ripartita dalle riconferme del g.m. Betti e del coach Franco Gramenenzi, mentre i nuovi volti sono quelli del play americano Markel Starks, proveniente dalla gloriosa GeorgeTown, e quello dei lunghi Biligha ex Avellino e dell’italo-argentino Mario Ghersetti vecchia conoscenza dei nostri campionati con la maglia di Brescia. La Trapani del riconfermato coach Lardo riparte dalla preziosa aggiunta in regia dell’ex Venezia e Pistoia Meini, esperto in promozioni, e dall’ala Chris Evans ex Trikala. Grande curiosità desta, anche, l’Angelico Biella, squadra che l’anno prossimo avrà l’onore e l’onere di dover disputare la prestigiosa competizione continentale dell’EuroChallenge. Riconfermato il bravo Corbani in panca, la squadra piemontese riparte dalle riconferme di un manipolo di giovani in grande ascesa come Chillo, Lombardi ai quali va aggiunto de Vico, dalla riconferma del play Berti, e dal sogno di poter riuscire a riconfermare il cecchino di passaporto danese Alan Voskuil. La Fileni Jesi, invece, riparte dall’ingaggio di  coach Lasi in panchina, e dalle riconferme della colonna Maggioli e di Borsato e dall’acquisto del play Procacci da Brescia, mentre la Pallacanestro Trieste del riconfermato coach DalMasson in panchina punterà ancora sui suoi giovani tra quali spiccano il figlio d’arte Tonut e Candussi, quest’ultimo buon protagonista nella nostra nazionale agli ultimi Europei under 20. Per quanto riguarda il capitolo neopromosse dalla Silver: Agrigento, Casalpusterlengo e Mantova, le tre formazioni finora hanno operato pochi movimenti  sul mercato. Agrigento del riconfermato coach Franco Ciani ha acquisto sul mercato l’ex Siena Udom, Casalpusterlengo riparte riportando a casa il pivot Mitchell Poletti, mentre più attiva è stata Mantova del riconfermato coach Morea con acquisti dei lunghi Ryan Amoroso ed Aristide Landi, uno dei giovani italiani dalle maggiori speranze nel reparto pivot. Ferme ancora al palo sono le formazioni di Forlì, Barcellona e Veroli per le diverse problematiche societarie. Forlì, ripescata dopo la retrocessione nello scorso campionato è alla ricerca del consolidamento del proprio pacchetto di maggioranza societario sperando, magari,  nell’entrata di un nuovo gruppo di imprenditori ed in tal senso sembrano arrivarew buone nuove nelle ultime ore; Barcellona cercherà di ricostruire dalle macerie provocate dalle dimissioni di patron Bonina, mentre Veroli ( che per la verità un acquisto l’ha fatto con la guardia Alex Legion da Roseto) dal canto suo lavora su un difficile riassetto societario, dopo che il progetto  di  fusione con la Stella Azzurra Roma sembra del tutto naufragato.