Home A2 A2 - Girone Ovest Un’Orlandina a stelle e strisce trionfa contro una Benacquista Latina mai doma

Un’Orlandina a stelle e strisce trionfa contro una Benacquista Latina mai doma

0

Vittoria molto importante per l’Orlandina Basket contro una sempre agguerrita Benacquista Latina che viene sconfitta 87-73, i siciliani ottengono la seconda vittoria consecutiva davanti ai propri tifosi guidati da una straordinaria prova diTarence Kinsey (22 punti, 5/8 da 2, 3/3 da 3) , da un momentale Brice Johnson autore di un’incredibile doppia doppia da 23 punti e 21 rimbalzi, e da un’altra ottima prova di Marco Laganà da 16 punti. Grande inizio dei padroni di casa che entrano in campo con la cattiveria giusta guidati ad un ispiratissimo Kinsey e da un Marco Laganà in versione assist-man, complici anche i grossolani errori degli ospiti, realizzano un break di 6-0 nei primi 5 minuti di gioco. La Benacquista però non molla e con i canestri di Cassese e soprattutto Pepper restano in scia degli avversari, chiudendo il primo quarto con soli due possessi da recupare (22-18). Il secondo quarto si apre con lo stesso copione con cui si era aperto il primo: i biancoazzurri scendono in campo con grande grinta e aggrediscono gli avversari inducendoli spesso all’errore, riuscendo a capitalizzare le occasioni che Marco Laganà, in cabina di regia, riesce a creare per i propri compagni. I ragazzi di coach Sodini riescono a incrementare il loro vantaggio regalando ai propri tifosi grande giocate sia in fase offensiva (azione spettacolare conclusa da una tripla di Kinsey) che in fase difensiva (incredibile stoppata di Mobio) chiudendo il primo tempo sul +9 (43-34). Al rientro sul parquet i laziali provano a prendere in mano match e grazie alle triple di Musso e ai piazzati di Raucci riescono a ricucire lo svantaggio fino al -4, ma la premiata ditta a stelle e strisce Kinsey-Johnson confeziona giocate su giocate permettendo ai siciliani di tenere saldamente in mano l’inerzia del quarto che si chiude sul 60-50. Nell’ultimo quarto gli orlandini devono difendere il proprio vantaggio dagli attacchi laziali guidati principalmente da Pepper e Musso, i migliori tra gli ospiti, ma lo fanno con grande grinta e consapevolezza dei propri mezzi riuscendo a portare la partita a casa nonostante gli ultimi disperati tentativi di Latina con il solito Pepper (miglior realizzatore del match ,28 punti 6/10 da 3). Una bella vittoria per coach Sodini e per i suoi ragazzi, vittoria che serviva e che fa ben sperare per il proseguo di una stagione partita male ma che ora potrebbe andare decisamente meglio.