Trieste:ll magnifico triumvirato subito all’opera.prime conferme,ora il mercato

Dopo la nomina di Ghiacci presidente e l’investitura di Bocchini quale general manager, e’ arrivato anche il sospirato assenso di Dalmasson.Le menti ed il braccio della compagine biancorossa ora dovranno giocoforza lavorare in armonia per creare a Trieste i presupposti per una stagione meno tormentata rispetto al recente passato.

Ed i primi risultati in tal senso non si sono fatti attendere:sfumato il sogno di veder Gandini ancora lottare in maglia biancorossa, sono pero’ giunti gli attesi rinnovi di Tonut,Mastrangelo (biennali) e capitan Carra(annuale con opzione sul secondo anno).Questi giocatori si aggiungnono a Ruzzier,Urbani,Fossati,Coronica,tutti giovani e tutti, o quasi, triestini doc.

Ovviamente questo roster ha bisogno di essere rafforzato,Bocchini e’ gia’ al lavoro da tempo,ma sara’ diffcile esaudire la volonta’ del tecnico, che ha espresso pubblicamente il desiderio  di arrivare al raduno,previsto per martedi’ prossimo, con un  roster quasi completo.

Si vocifera ormai da tempo sull’arrivo del giovane lungo Candussi,che forse potrebbe esser presente al raduno( in attesa di negoziare con Venezia ed il giocatore i termini di un eventuale contratto), si sussura di un possibile ritorno di Diviach, che di fatto appartiene a Napoli e che e’ stato appena convocato dalla societa’ campana per il ritiro precampionato in Irpinia.Altri rumors, piu’ o meno suggestivi,piu’ o meno concreti,parlavano di A.Young,accasatosi pero’ a Pesaro,addiritttura di Becirovic che ha preferito l’esotico denaro iraniano e per ultimo Marconato,sul quale pero’ sembra essere in buon vantaggio Bologna.

Sembra chiaro,sempre se consideriamo sicuri gli arrivi di Candussi e Diviach,che alla formazione triestina mancano centimetri,kili ed esperienza, deficit che  con i soli ingaggi degli stranieri potrebbero non essere colmati a sufficienza.Mancherebbe un terzo uomo, il cui ruolo dipendera’ dagli spot occupati dai 2 giocatori di oltreoceano (o dell’Europa ?), ma che comuqnue dovrebbe essere  un uomo di esperienza e di una certa caratura tecnica,tutte qualita’ da mettere a disposizione della squadra nei momenti piu’ difficili.

La capacita’ del magnifico trio non e’ in discussione.Qualche perplessita’ nasce dai dubbi sulle reali potenzialita’ economiche del team societario.Alcune voci,piu’ o meno incontrollate,parlano di un piatto che piange,anzi ulula, per le poche risorse messe sul tavolo, ma il Sindaco a suo tempo ha garantito che un certo budget,comunque non da nababbi, e’ stato reperito.

Per i tifosi non rimane che aspettare,le mosse sul mercato,la campagna abbonamenti ed i primi rumori di un pallone che sbatte contro il parquet o i dolci fruscii quando accarezza la retina entrando nel canestro.

D’altronde il recente esempio di Brescia,una delle ultime a completare il roster la scorsa estate e l’ultima a giocarsi sul campo, nei recenti play off ,la promozione contro Pistoia, consola e rinvigorisce i sogni dei tifosi triestini.

Sogni di qualche notte di mezza estate.Questi,almeno,non costano nulla.

 

Redazione Basketitaly.it – Riproduzione riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *