Siena-Ferentino, Ramagli: “Soddisfatto, la partita più stabile finora” Ansaloni: “Primo tempo poco energico, decisivi i rimbalzi”

Mens Sana Basket 1871 Siena, Coach Alessandro Ramagli

Siena batte Ferentino 78-67 e chiude il 2015 con una bella e convincente vittoria che certifica i progressi di tenuta mentale e di personalità della squadra mostrati da alcune settimane a questa parte: coach Ramagli può ritenersi contento della prova solida ed equilibrata dei suoi, che hanno limitato le letali pause che hanno compromesso tante partite finora. Coach Ansaloni, alla prima da capo allenatore dopo l’esonero di Fucà si lecca le ferite e recrimina per il primo tempo senza energia e il dominio a rimbalzo concesso a Siena che ha indirizzato la gara nelle mani dei padroni di casa. Le parole dei due coach in sala stampa:

 

 

Alessandro Ramagli (Siena): “La partita più stabile mai giocata finora, pochi alti e bassi, buona disciplina, discreta flessibilità, siamo riusciti a fare degli adattamenti in corsa, come quando Ferentino ha messo in campo due “finti lunghi”. Era importante proteggere la nostra area e comandare a rimbalzare, lo abbiamo fatto molto bene. Veramente una buona gara, stabile, migliore di altre che hanno infiammato il pubblico ma nate male, mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra, l’abbiamo giocata da passisti, con equilibrio e continuità

Luca Ansaloni (Ferentino):“Nel terzo e quarto periodo abbiamo giocato alla pari, nel primo tempo ci è mancata energia soprattutto a rimbalzo, da lì è diventato tutto più difficile. Tanti secondi tiri concessi, tanti falli per opporci alla foga messa da Siena a rimbalzo, abbiamo pagato questo all’inizio, mentre nella seconda parte siamo tornati lì, mettendo energia, dimostrando che potevamo giocarcela, ma i rimbalzi hanno sempre fatto la differenza per Siena e per il risultato finale

 

© Basketitaly.it – Riproduzione riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *