Siena ad Agrigento per spezzare la maledizione trasferta. Nuovo sponsor, non ci sono conferme. Il preview

Ciani - Agrigento

Altra trasferta complicatissima e logisticamente logorante per la Mens Sana 1871, che torna in Sicilia dopo i fiaschi di Barcellona Pozzo di Gotto e Trapani per provare a rompere il tabù trasferta contro la Moncada Agrigento di coach Franco Ciani, finalista della scorsa stagione e attualmente quarta in classifica. Un match sulla carta proibitivo per gli uomini di Ramagli, usciti malissimo dal primo ko interno con Tortona, e finora incapaci di produrre una prestazione veramente convincente fuori dalle mura di casa; tanto più con un Roberts malridotto (la scorsa domenica ha rimediato una forte botta alla mano) anche se forse la minor pressione per un impegno così impervio potrebbe far bene alla giovane truppa toscana. I siciliani, tornati a bottino pieno da Rieti e privi di Alessandro Piazza, si affideranno invece alla qualità e all’esperienza di Saccaggi, Evangelisti e Martin, e dovranno guardarsi dall’ex Udom, l’uomo più in forma del momento in casa Mens Sana. Al contrario di Bryant, irritante e dannoso contro Tortona, e chiamato ora ad un pronto riscatto. Qualunque sarà il risultato finale, tifosi e giocatori di entrambe le compagini potranno mangiare e bere insieme a fine partita nei locali del PalaMoncada, un vero “terzo tempo cestistico”. Un’iniziativa veramente lodevole: chi l’ha voluta ha già vinto in partenza.

 

 

Mattia Udom, lo scorso anno ad Agrigento, ha così commentato la sfida: “Agrigento mi ha permesso di giocare minuti importanti, sono stato benissimo, mi hanno dato una grande opportunità, tifosi, giocatori e società super. Non vedo l’ora di rivederli tutti.” Queste le parole di Ramagli alla vigilia: “Andiamo per la terza volta ad incontrare una squadra rivelazione, che ha radici comuni, ha vinto la silver e lo scorso anno non è salita in A per due liberi. Ha un ambiente sereno, anche se le manca il play titolare Piazza, sostituito però con equilibrio. Tanti confermati dell’anno scorso, due americani solidi e atletici. Partita difficile, da affrontare con consapevolezza, arriviamo da 4 sconfitte nelle ultime 5, non dobbiamo pensare di essere peggiori di quel che siamo. Roberts ha fatto lavoro differenziato, Diliegro ha i soliti problemi al ginocchio, ho avuto comunque buone risposte dagli allenamenti. La sconfitta in casa ha lasciato scorie, ma dobbiamo mantenere la positività per giocarcela”. Il presidente Salvatore Moncada accoglie così la sfida: “Si tratta sicuramente di un bel confronto, con una piazza blasonata e oltretutto una città dove ho molti amici che non si sarebbero aspettati un confronto con AgrigentoUdom? “La conferma che Agrigento rappresenta un ambiente sano, dove gli atleti sono messi nella condizione di lavorare al meglio e dove viene rispettata la persona, oltre che lo sportivo

 

siena, tifosi

Non solo campo. Giorni molto interessanti anche fuori in casa Mens Sana, dove ha tenuto banco la querelle nuovo sponsor. Nei giorni scorsi si è diffusa in rete, ripresa anche da alcuni organi di stampa, la notizia di un accordo già raggiunto con un nuovo main sponsor (di ignota identità), da annunciare verosimilmente nella prossima settimana: in molti hanno tacciato come bufala l’indiscrezione uscita, accusando alcuni tifosi giudicati vicini all’ex gm Ferdinando Minucci di averla fatta uscire per destabilizzare l’ambiente e la nuova società. Ad ora in ogni caso, non risultano conferme ufficiose sul presunto accordo (almeno in tempi brevi), ma la verità sta nel mezzo: il gm e presidente Marruganti è da mesi alla febbrile ricerca di un nuovo partner che garantisca la liquidità necessaria per chiudere al meglio la stagione e faccia rientrare le ingenti spese sostenute per riorganizzare il settore giovanile, fiore all’occhiello della vecchia gestione e spazzato via dal fallimento. Interpellato sulla questione da Antenna Radio Esse, proprio il numero 1 mensanino ha riferito che esistono trattative in corso la cui chiusura è però ancora piuttosto lontana. Per quanto riguarda infine l’asta dei trofei di mercoledi 25, il comitato “La Mens Sana è una fede” ha fatto sapere che parteciperà con la Polisportiva per accaparrarsi le restanti coppe: questa volta, salvo sorprese, i titoli potranno tornare finalmente a casa loro.

 

 

© Basketitaly.it – Riproduzione riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *