fbpx

Scafati-Casale: l’ex Griccioli misura le ambizioni dei gialloblù

Domani sera alle 18:15 per il decimo turno del campionato di Legadue si affronteranno al PalaMangano di Scafati la Givova contro gli ospiti della Novipiù Casale Monferrato. Le due squadre sono entrambe al secondo posto in classifica, insieme alla Biancoblu Bologna, a due punti di distanza dalla capolista Pistoia. Sia i campani, che i piemontesi hanno vinto nell’ultimo turno di campionato. La formazione di coach Bartocci ha stravinto con grande autorità sul ostico campo di Bologna per 71-88, mentre Casale ha avuto la meglio tra le mura amiche sulla Fulgor Libertas Forlì per 77-68. La partita sul legno scafatese avrà un sapore speciale per il coach di Casale Giulio Griccioli, ex dell’incontro per aver guidato la Givova tra l’estate 2010 fino allo scorso Maggio, quando la formazione gialloblù campana si arrese nella gara 5 di semifinale play-off per la promozione a Pistoia sotto i colpi di Hardy e compagni. Il tecnico toscano ricorda con grande piacere e con un pizzico di emozione i due anni trascorsi nella città scafatese, anni nei quali Griccioli si è affermato come allenatore ai massimi livelli della pallacanestro italiana. Infatti prima della grande opportunità concessagli dal team del patron Longobardi, Griccioli aveva avuto esperienze solo a livello di settore giovanile nella Mens Sana, ma fin dalla prima stagione 2010/11, anche grazie all’aiuto di un mostro sacro come Valerio Bianchini, il coach si è affermato ricevendo in quell’annata il premio come migliore allenatore dell’anno in Legadue. Domani, però, sportivamente parlando, Griccioli sarà un avversario per il pubblico del PalaMangano, che tanto lo ha apprezzato, e tanto lo ha rimpianto per il suo addio al termine della scorsa stagione. Il non facile compito di non far rimpiangere l’ex tecnico è stato affidato a Maurizio Bartocci, che dalla quarta giornata è subentrato in corsa all’esonerato Gennaro Di Carlo. Per Bartocci, alla sua seconda avventura sulla panchina di Scafati dopo quella della stagione 2008/09, parlano in maniera molto positiva i risultati, infatti se esclude la sconfitta all’esordio di Trieste, quando l’ex coach di Napoli ebbe solo due giorni per preparare la gara contro i giuliani, sono arrivate quattro vittorie in cinque incontri (l’unica sconfitta al supplementare in casa della capolista Pistoia). Risultati che il coach casertano è riuscito ad ottenere, nonostante, la pesante assenza del play argentino Antonio Porta, che sarà assente anche nella gara contro i piemontesi, ma un grande contributo alla causa scafatese è arrivato dalla coppia di americani il play-guardia Mays (17, 6 punti e 3,8 assist a partita)  ed l’esperto pivot Ron Slay (17,7 punti e 9 rimbalzi a partita). In casa Casale, invece, sarà assente per infortunio un altro pezzo da novanta quale la guardia Rodney Green, giocatore che nelle prime otto uscite di campionato ha viaggiato alla media di ben 26,5 punti di media. Visto l’assenza di Green, coach Griccioli affida le proprie speranze di non rimpiangere il suo top-scorer sul giovane play, classe 1990, Casper Ware (18,9 punti di media) e sull’esperta guardia-ala Matteo Malaventura, il quale nell’ultimo turno interno contro Forlì, partendo in quintetto dato l’assenza di Green,  è stato uno dei protagonisti del successo con ben 22 punti a referto. Molto bello sarà, indubbiamente, il duello tra Mays e Ware in cabina di regia, ma da non sottovalutare saranno gli uno contro uno che vedranno protagonisti i giocatori italiani in campo. Scontro ad alte quote sarà quello tra le ali Ghiacci e Ferrero, mentre il confronto individuale tra Baldassarre e Martinoni mette di fronte due lunghi, che hanno uno dei pezzi forti del proprio bagaglio tecnico il tiro dalla lunga distanza. Sotto canestro nella sfida tra il lungo di casa Slay ed il lituano Butkevicius, parte favorito il primo, ma attenzione alla solidità ed alla continuità del giocatore lituano, che ha un rendimento costante in tutte le gare sinora disputate (11 punti e 9,7 rimbalzi di media).

La sfida si presenta molto equilibrata tra due roster molto profondi attrezzati per disputate un campionato ai vertici della classifica, che si bilanciano nelle assenze con la defezione di Porta da una parte, e di Green dall’altra. Determinante sarà il controllo del pitturato, ed il controllo dei ritmi dell’ incontro tra due squadre che non disdegnano di correre in campo aperto, ma come al solito quando si gioca al PalaMangano una grande importanza l’avrà la spinta del pubblico gialloblù di casa.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *