fbpx

Primo match del 2014, la Expert in visita a Jesi dall’ex Mason Rocca

Rocca (Jesi)Prima trasferta del 2014 in arrivo per l’Expert Napoli Basket, prima occasione per riscattarsi dall’ultimo ko interno arrivato contro l’affamata Sigma Barcellona, dopo che gli azzurri avessero firmato una striscia vincente di tre vittorie consecutive. Nella quindicesima giornata di campionato Adecco Gold, il team di DemisCavina ha come meta Jesi. Esattamente il PalaTriccoli della Fileni BPA, squadra attualmente a quota 10 punti ma con ambizioni e voglia ancora

intatte per agganciare i napoletani, posizionati in classifica con due punti in più assieme a Casale Monferrato.

 

La squadra arancioblù si presenta al match di domenica dopo la sconfitta esterna subita a Capo D’Orlando e un buon test amichevole giocato giovedì al PalaCingolani di Recanati. Lo scimmage festivo ha pernesso a coach PieroCoen di tastare ancora meglio la forma della squadra, in preparazione alla partita contro Napoli. Due sono i punti interrogativi: sembra che la Fileni soffra ancora per delle condizioni di emergenza, a causa degli infortuni, che vedono indisponibile l’ala danese DarkoJukic – pare che abbia ricominciato ad allenarsi con il pallone ma per il ritorno completo all’agonismo ci vorrà ancora una decina di giorni –, e l’ala Franco Migliori, tenuto in via precauzionale a riposo per un leggero affaticamento ad un polpaccio. Quest’ultimo è un giocatore da non sottovalutare, specie se ricordiamo che nell’anno del ritorno nel Belpaese, Migliori attraversa una stagione piena di vicissitudini dovute a guai fisici, ma non molla mai il campo con la sua proverbiale “garra”.  L’ala arancioblù chiuse la stagione giocando normalmente, nonostante fosse affetto da citomegalovirus ( una malattia molto debilitante). Appena terminata la regular season, con la Fileni Bpa fuori dai playoffs per differenza canestri, gli confermò fiducia e un prolungamento del contratto, considerandolo un valido apporto in fase realizzativa. Non dimentichiamo che la Fileni cala in campo due assi importanti: la coppia di lunghi compostaBrkic (Napoli) dall’ex “Sindaco” Mason Rocca, sempre amato dai tifosi (anche napoletani) e il centro di 212 cm MicheleMaggioli, capitano e leader indiscusso della squadra, che possono creare non pochi problemi per i rimbalzi offensivi/difensivi ma anche per la debole difesa azzurra sul pick and roll. Jesi vanta inoltre uno dei migliori realizzatori del campionato, lo statunitense LeemireGoldwire, unico sopra i 20 punti di media con 23.4, giocatore di grande personalità, abile nell’uno contro uno quanto nel pick ‘n’ roll, Questi giocatori sono senz’altro pedine importanti nel quintetto jesino, daranno non poco filo da torcere agli azzurri e Napoli non deve lasciarsi ingannare dalla classifica.

Ad oggi, l’Expert ha battuto cinque delle sei squadre che la seguono in classifica, non avendo opportunità di incontrare gli jesini. Coach Cavina dovrebbe recuperare KyleWeaver, stoicamente in campo e autore di 20 punti più 9 rimbalzi nonostante la precaria condizione fisica nel match contro la Sigma, e far sentire il ruggito corale di una squadra che sembra replicare la sua sete di vittoria. Decisivo sarà il numero nella casella dei tiri liberi, che ha condizionato non poco l’ultima sfida in casa PalaBarbuto, e lo spirito da killer instinct. Tornando alle trasferte, Napoli inizia ora la corsa ai “rimborsi”: le prossime quattro avversarie sono squadre che hanno meno punti degli azzurri, tutte sconfitte all’andata, tutte occasioni ghiotte per  tornare alla striscia di vittorie consecutive post-Ferentino. Napoli dovrà ritrovare una difesa intesa e aggressiva, cercando di non perdere troppi palloni. La sorpresa potrebbe arrivare dall’ex di turno Jacopo Valentini.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *