Home A2 A2 - Girone Ovest Partono i playoff per Aquila Trento e Moncada Agrigento

Partono i playoff per Aquila Trento e Moncada Agrigento

0

 Triche (Trento)La stagione dell’Adecco Gold 2014 entra nella fase decisiva e sabato 3 maggio alla 20.30 col primo quarto di finale tra i padroni di casa dell’Aquila Trento e la Moncada Agrigento nella sfida dei play-offs per la promozione in serie A.
Le due compagini hanno molto in comune: hanno vinto la stagione regolare dei rispettivi campionati, pur non essendo le favorite, si assomigliano molto per come sono state costruite in questi anni, hanno conquistato un campionato ed una coppa Italia negli ultimi due anni, ed infine, Franco Ciani, sapiente conduttore dei siciliani, ha avuto come assistenti, la coppia trentina formata da Maurizio Buscaglia, head coach, e dal suo attuale vice Vincenzo Cavazzana.
Sotto canestro sarà un duello tutto italiano, alla coppia siciliana formata dagli esperti Mocavero e Chiarastella, miglior rimbalzista della squadra, si contrappone quella formata dal duo Pascolo ( che ha primeggiato nella classifica dei tiratori da due ed in quella di valutazione globale) Baldi Rossi; nel ruolo di tre troviamo da una parte Fabio Milan, gran tiratore dalla lunga distanza ed abituale frequentatore delle nazionali giovanili, e B.J Elder, il collante trentino in tutte e due le zone del campo; a condurre le danze, due ex compagni di squadra, Alessandro Piazza e Toto Forray, play che si assomigliano moltissimo sia per le caratteristiche che per le cifre espresse sino a questo momento. A completare i quintetti avremo due il duello tra i due rookies Vaughn e Triche. Il primo, attaccante formidabile, proviene dalla “California State University Fullerton basketball team”, dove ha giocato dal 2010 fino alla scorsa stagione, ha messo in mostra tanta energia, tanto atletismo, ha ottime letture di gioco. In stagione regolare ha avuto una media di 22 punti e 5,3 rimbalzi col 45% dall’arco dei 6.75, oltre ad essere il giocatore che ha usufruito di più tiri liberi ( 7,6 a partita). Brandon Triche, di un anno più giovane, proveniente da Syracuse University con ottime credenziali, che dopo il necessario periodo di “apprendistato”, ha raggiunto un rendimento sempre più costante, riuscendo a farsi coinvolgere maggiormente dai compagni, 16.5 punti partita, e, nel contempo, mettendosi di più a loro disposizione grazie alle doti di assist-man recentemente messe in mostra.
Da non dimenticare l’apporto delle panchine: quella trentine più lunga ed esperta, può contare sotto canestro su Lechthaler e Santarossa, oltre che soprattutto su Marco Spanghero,autentico sesto uomo degli aquilotti; da parte agrigentina al fromboliere Di Viccaro, si affiancano De Laurentiis, Anello e Giovanatto, utilizzati per dodici minuti a partita.
Le statistiche nella stagione regolare vedono Trento tirare leggermente meglio sia da due che da tre ( 53 e 35% contro il 51 e 33%), Agrigento meglio dalla lunetta (80 vs 72%) e ci va più spesso ( 594-454), più forte Trento sotto i tabelloni (1010 vs 899).
La compagine siciliana la letteralmente dominato il campionato di Silver, chiudendo con 44 punti, distanziando di otto lunghezze le seconde, e dopo aver subito quattro sconfitte nelle prime sei gare.
L’Aquila Trento ha vinto più che meritatamente la stagione regolare, con due punti di vantaggio su Capo d’Orlando, viene successo, fortemente voluto, su Biella, in una gara già giocata con lo spirito dei playoff, sia dal punto di vista agonistico che tecnico-tattico. Ha avuto domenica scorsa sia Elder che Santarossa con problemi al quadricipite femorale, ma entrambi gli atleti saranno dell’incontro. Adesso si resetta tutto quanto avvenuto sinora in stagione per i risultati conseguiti, ma non certamente per quanto queste due squadre hanno saputo mostrare.

Massimo Fuiano

Redazione Basketitaly.it- Riproduzione riservata