fbpx

L’Aquila Trento sempre più in altro: superato anche l’ostacolo Capo d’Orlando

 



 Baldi Rossi (Trento)L’Aquila Basket Trento, davanti a 1830 spettatori, domina l’Upea Capo d’Orlando, priva di Mays, dopo una partita dai due volti. Dopo i primi due quarti, nei quali gli uomini di Pozzecco sembravano controllare agevolmente la gara, i padroni di casa, con il solito terzo quarto hanno ribaltato l’incontro concludendo con 18 punti di vantaggio.Apre le danze Nicevic, poi Soragna da tre. Ci vogliono tre minuti per vedere il primo canestro dell’Aquila, da parte di Pascolo a cui fa seguito una bomba di Forray. Subito dopo secondo fallo di Triche, inizia lo show di Archie, da tre e da sotto dopo un tentativo sbagliato con successivo rimbalzo. Ribatte da tre Baldi Rossi. Il vantaggio dei siciliani oscilla dai tre ai cinque punti. Grande difesa di Soragna su Elder, che è costretto a forzare le conclusioni. Cinque punti conclusivi di Portannese ed Archie portano l’Upea al massimo vantaggi o (11-22). Si ricomincia da dove si era finito con Archie in schiacciata in contropiede e praticamente il quarto scorre sulla falsariga del precedente , con il solo Pascolo che segna per Trento. La squadra locale sta tirando male, 10 palle perse al 19° e siamo 22-34.

 

A metà gara netta la supremazia di Capo d’Orlando avanti di 11 lunghezze, che tira con il 67% da due ed il 41% da tre. Molto efficace Archie, 11 punti, e Soragna 7 punti e gran difesa; per i locali 10/22 da due ed 1/7 dai 6,75. La difesa dei siciliani sta facendo la differenza ed a parte il solito Pascolo (10 punti con 5/5 da due) e Forray, l’attacco degli aquilotti sta incontrando grosse difficoltà: il tabellino di Elder segna zero punti. Solo a rimbalzo Trento sta reggendo il confronto.
Dopo l’intervallo è Pascolo ha segnare la riscossa con quattro canestri, cui fanno seguito i canestri dai 6,75 di Portannese, Triche, Forray e Baldi Rossi, che in contropiede si ferma per colpire dalla lunga distanza. Palla persa in attacco da Capo d’Orlando, subito time out di Pozzezzo. Ma l’inerzia dell’incontro non varia, e con Triche c’è il primo vantaggio per Trento (45-43). Si sveglia in attacco Elder, e gli aquilotti cercano di aumentare il vantaggio ricacciati indietro da Basile. Pascolo ubriaca Archie e con un incredibile terzo quarto, l’Aquila, rientrata in campo con altro appiglio, altra mentalità, trascinata dal ritmo forsennato di Toto Forray, si porta sul +8.
Ad inizio dell’ultimo quarto Pozzecco dispone la squadra a zona, però subito battuta da Pascolo e dalla prima bomba di Elder. Ennesimo cambio di difesa, ma Pascolo è immarcabile, Triche attacca sempre meglio il ferrosi scatena, e per i siciliano non c’è più scampo.
Nella seconda parte di gara la squadra di coach Buscaglia ha tirato con 14/17 da due e 6/12 da tre.Ennesima grande prestazione di Dada Pascolo ( 23 punti, 10/10 da due, 35 di valutazione), ma i suoi compagni non sono da meno, a partire da Baldi Rossi e Forray.
L’Upea ha risentito sicuramente dell’assenza di Mays, e dopo metà gara in cui era riuscita ad imporre il proprio ritmo, ha avuto pochi punti dagli esterni. Si sono spenti Portannese e Soragna;con continuità hanno realizzato solo i lunghi Benevelli e Nicevic.

 

Trento – Upea Capo d’Orlando 82-64 (11-22, 14-14, 31-12, 26-16 )
Trento: Triche 12, Bailoni, Pascolo 23, Baldi Rossi 14, Forray 14, Fiorito , Molinaro , Elder 7 , Lechthaler 1, Spanghero 11. Allenatore Buscaglia
Capo d’Orlando: Busco, Basile 9, Soragna 7, Laquintana, Benevelli 13, Nicevic 10, Portannese 10, Archie 16, Ciribeni 1, Cefarelli. Allenatore: Pozzecco
Arbitri: .Ciaglia di Caserta, Rudellat di Nuoro e Ascione di Caserta.

Massimo Fuiano

Redazione Basketitaly.it – Riproduzione riservata

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *