Ferentino-Scafati: la capolista chiude l’anno sul parquet laziale

Domani sera al Palazzetto dello Sport Ponte Grande si affronteranno per il tredicesimo turno d’andata del campionato Eurobet Legadue i padroni di casa della Fmc Ferentino contro i campani della Givova Scafati. Le squadre in campo attraversano un periodo diametralmente opposto: i ciociari sono ultimi in classifica in compagnia di Imola con quattro punti in classifica, ed hanno perso nello scorso turno il sentito derby in quel di Veroli;  mentre gli scafatesi sono in testa alla classifica a quota 18 punti, e sono reduci da ben cinque vittorie consecutive (due di fila in trasferta sui difficili campi di Bologna e Verona). Settimana quella appena trascorsa, che ha visto per la prima volta i gialloblù di coach Bartocci da soli al comando della classifica, ma per continuare la fuga solitaria in vetta alla classifica Mays e compagni dovranno vincere sul campo laziale, perché sono stati raggiunti in testa alla classifica da Barcellona, che nell’anticipo televisivo su Raisport ha battuto nel derby i cugini di Capo d’Orlando. Per la formazione scafatese si tratta della seconda gara consecutiva contro l’ ultima delle classe, dopo il successo interno dello scorso turno contro l’arcigna Imola di coach Fucà, e sicuramente gli uomini di Bartocci temprati dalle grandi difficoltà per battere i romagnoli non sottovaluteranno l’impegno contro una Ferentino alla ricerca di riscatto. Infatti come detto in precedenza i giocatori di casa vorranno riscattare la cocente sconfitta nel derby di Veroli, ed inoltre vorranno dare una piccola svolta al loro difficile inizio di campionato (2 vittorie in 12 gare sinora disputate). A suonare la carica in settimana ci ha pensato il g.m. Pierfrancesco Betti che ha dichiarato sui giornali locali: “La sconfitta contro la Prima Veroli brucia ancora tanto, potevamo fare qualcosa in più, ma è il momento di guardare avanti, a partire da domenica prossima contro la capolista Scafati. Per completare il girone di andata avremo Scafati in casa, poi la trasferta in quel di Jesi, e infine l’ultima del girone d’andata contro Bologna. Il nostro obiettivo deve essere quello nel cercare di fare più punti possibili”. La gara contro Veroli ha messo in luce in casa Ferentino l’americano Reggie Hamilton, arrivato dalla massima serie sponda Pesaro, autore di una prova da 23 punti nella sfida contro i cugini della Prima.  Sul regista americano arrivato a sostituire il deludente El Amin si è così espresso lo stesso Betti: “L’innesto di Hamilton è stato sicuramente positivo anche se è chiaro che dobbiamo cambiare qualcosa nell’impostazione del gioco. Hamilton è un giocatore di grande qualità e l’ha dimostrato, deve solo inserirsi bene negli schemi della squadra, avrà tempo  in fondo è con noi solo da due settimane”. Proprio al rookie Hamilton, classe 1989 nativo di Chicago,  toccherà incrociarsi sul rettangolo di gioco contro il pericolo numero uno dell’attacco scafatese quel Keddric Mays autentica sorpresa di questo campionato e trascinatore della squadra campana nelle ultime uscite (NDR 24 i punti del play-guardia nella vittoria interna contro Imola). La Fmc dovrà, invece, continuare a rinunciare al veterano Alex Righetti messo ko da un lungo infortunio, mentre in casa scafatese potrebbe essere la partita del rientro di Antonio Porta. Il play argentino la settimana scorsa era nei 12 nella sfida contro Imola, ed ha già assaggiato il campo in uno scrimmage amichevole disputatosi al PalaMangano qualche giorno fa contro la JuveCaserta. Detto del confronto tra gli esterni Hamilton-Mays, molto interessanti saranno i confronti nel pitturato, dove il duo straniero di Ferentino composto da Delroy James (12,9 punti e 6,3 rimbalzi di media) ed Ekperigin (15,8 punti ed 11,3 rimbalzi di media) affronterà la coppia di lunghi scafatesi Baldassarre (8,6 punti e 5,9 rimbalzi), Ron Slay (16,1 punti e 9,2 rimbalzi). Proprio Baldassarre nelle dichiarazioni della vigilia si è detto convinto delle possibilità della sua Givova di poter giocare un ruolo da protagonista per il successo nel campionato: “Questa estate avevo avuto offerte da tutte le squadre di vertice ma ho scelto Scafati perché ero sicuro che sarebbe stata fatta una squadra competitiva. Sarà una stagione molto lunga e dovremo farci trovare bene ai playoff, ma nel frattempo il primo posto ce lo meritiamo».

La gara nonostante la grande differenza di classifica tra le due squadre si preannuncia molto equilibrata: Ferentino vorrà festeggiare l’ultima gara dell’anno con una vittoria per chiudere un 2012 che ha regalato la storica promozione in LegaDue alla società laziale, mentre i campani vogliono un successo per ripartire nel prossimo 2013 sempre in testa alla graduatoria.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *