Casale vs. Trieste: un saluto ad una stagione positiva

Sarà uno scontro “balneare”, quello tra le due squadre di Casale e Trieste, in programma al Palasport “Paolo Ferraris” alle ore 18.00.Con il proprio obiettivo comune raggiunto, la salvezza, facile immaginare un incontro puramente accademico il cui sapore agonistico dovrebbe risultare annacquato.Ma proprio per questo la partita potrebbe offrire spunti piacevoli.

Come detto, i giocatori di entrambe le squadre gia’ si immaginano in qualche spiaggia, piu’ o meno esotica, sotto l’ombrellone, a gustarsi il meritato riposo per rigenerare le energie dopo le fatiche di un campionato vissuto quasi sempre sul filo.Trieste, soprattutto, si è liberata definitvamente dalle proprie angosce appena due domeniche orsono,prima della pausa, battendo Forlì, conquistando così il diritto di disputare la lega Gold nel 2014-15.Casale si era virualmente salvata un paio di settimane prima, nonostante  i quattro rovesci consecutivi dopo la ormai datata ultima vittoria conseguita contro Brescia lo scorso 16 marzo.L’unico motivo che potrebbe rendere vagamente pepato l’incontro risiede nel fatto che Trieste, vincendo, potrebbe acciuffare Casale in classifica, e chissà, superarla nel caso in cui riuscisse a ribaltare la differenza canestri; ciononostante dubitiamo che gli uomini di Dalmasson arriveranno in Piemonte con il coltello fra i denti; piuttosto sarebbe piu’ plausibile pensare ad una Casale desiderosa di congedarsi dal proprio pubblico regalando una bella prestazione condita da un bel successo.

Presumibilmente senza alchimie tattiche nè da una parte, nè dall’altra, gli spettatori potrebbero gustarsi dei duelli sfiziosi:Wood contro Jackson, Ruzzier contro Dillard, Harris contro Bruttini, Diliegro contro Martinoni.Magari sgombri da impellenti necessita’ di risultato, questi giocatori, assieme ai vari Cutolo,Casini,Candussi, Fall, Tonut,Coronica,Carra,Amato e Giovara, potrebbero dar luogo ad una partita spettacolare, aiutati in questo da difese stile All star game, in attesa del rompete le righe di fine stagione.

Trieste piu’ votata ad un gioco imprevedibile, con folate improvvise ed altrettanto imprevedibili pause in attacco, Casale squadra più quadrata, che fa della difesa il proprio punto forte.Vedremo, domenica sera, chi si porterà a casa i  platonici due punti, per rendere ancora più dolce il sapore di un campionato comunque positivo per entrambe le realtà.

Dopo si ricomincerà con i tormentoni estivi del basket da scrivania, tra ricerche di denaro fresco, sponsor improbabili e sogni di mercato più o meno irraggiungibili.Sarà pure uno scorcio temporale che ha del fascino, ma in molti il basket lo preferiscono vedere giocato sul parquet.Casale e Trieste dopo gli  ultimi 40 minuti targati 2013-14 si saluteranno a metà campo, ben felici di sapere che i loro destini, probabilmente, si incroceranno pure l’anno prossimo:piccole grandi conquiste in un’ annata vissuta pericolosamente.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *