fbpx

A2 Ovest – Siena, il presidente Macchi: “Ambiente più sereno e supporto per affrontare le difficoltà. Non lascio”

“Maggiore supporto per fare fronte alle difficoltà”. Lo ha chiesto oggi in conferenza stampa il presidente della On Sharing Mens Sana Massimo Macchi, che dopo le dure critiche arrivate dai soci di minoranza dell’associazione Io Tifo Mens Sana e lo sciopero dei tifosi della curva, ha voluto fare il punto con la stampa e i supporters biancoverdi di quella che è una situazione economica davvero critica. Basti pensare che l’incontro, tenutosi alla clinica Neomedica, era originariamente previsto al PalaEstra ma la Polisportiva Mens Sana, proprietaria dell’impianto, ha staccato la luce per via delle pendenze dell’affitto non ancora onorate. Si parla di circa 35mila euro.

Oltre a ciò, stipendi a giocatori e dipendenti in cronico ritardo e il continuo assalto dei creditori, per larga parte agenti (sono 8 i lodi in essere, di cui 5 esecutivi, per un totale di 30mila euro, altri sono stati sanati con il buyout di Poletti, ceduto a Verona) e una situazione debitoria pregressa ormai insostenibile (Macchi ha approssimativamente indicato la somma di 400mila euro, arrotondata per eccesso) con la promessa di una verifica sui bilanci dei precedenti 4 esercizi “Ci sono delle cose che non mi piacciono” ha anticipato. E’ stato scongiurato almeno il rischio di nuove penalizzazioni, col pagamento, seppur ritardato, della tassa federale di 26mila euro. “Siamo in difficoltà” è l’ammissione del numero 1 biancoverde, che però non ne vuole di sapere di mollare e anzi ha annunciato di essere in procinto, con la sua Siena Sport Network, di completare l’aumento di capitale fino a 305mila euro, per giungere al 91% delle quote. “Non me ne vado – ha assicurato – se qualcuno vuole, ha 25 giorni per presentare una proposta. Poi faccio come voglio. Lavoro ogni giorni per cercare investitori e sponsor, ho chiesto anche l’aiuto del sindaco”. Non sono mancate stilettate agli ex soci del Consorzio, accusati di aver abbandonato la barca nel bel mezzo della tempesta non ottemperando a tutti i loro compiti. “Devono ancora versare 44mila euro” è l’appunto del presidente. Da quelle parti però la pensano molto diversamente. La stretta di mano è invece con il nuovo presidente di Io tifo Mens Sana, Guido Guidarini, che ha promesso collaborazione e supporto.

Ci sarebbero poi, messi a bilancio, 830mila euro di crediti derivanti da sponsorizzazioni, di cui però 180mila difficilmente recuperabili: “La crisi morde anche importanti aziende” sottolinea il presidente. Numeri, cifre, conti che danno alla testa, sopratutto dei tifosi. Che aspettano l’uscita da questo tunnel ormai infinito per rivedere la luce. E’ dal fallimento della Montepaschi Siena che non c’è un giorno di vera tregua. Macchi chiede serenità, anche perchè a suo dire è difficile attrarre un potenziale investitore se sui giornali od online si legge continuamente di possibili fallimenti societari. Non sarà facile ottenerla, visto il turbine continuo di inquietanti voci. “E vorrei vedere 3mila persone al palazzetto” auspica Macchi. Anche questo sarà difficile, di questi tempi.