A2 Ovest – Rieti, che rimonta da -21! Virtus Roma tracolla nell’ultimo quarto. 71-65.

L'immagine può contenere: 7 persone

Nel lunch match della 25a giornata di Serie A2 Girone Ovest, la Zeus Energy Group Rieti in una partita di estrema importanza in ottica promozione sconfigge la Virtus Roma per 71-65.
La Virtus, capolista del Girone Ovest, ora conserva in classifica solo due punti di vantaggio sulla squadra reatina che però ha il 2-0 negli scontri diretti, e la Benfapp Capo d’Orlando che sarà impegnata oggi a Scafati e che avrà la possibilità quindi di raggiungere in vetta la squadra capitolina a quota 34 punti.

Sul match, la squadra allenata da Piero Bucchi ha letteralmente gettato alle ortiche la vittoria. Rieti precipita sotto di 21 (38-59 al 28′) e poi fa un ultimo quarto da 25-3!!! portando a casa la vittoria in un PalaSojouner stracolmo di gioia e passione.

L’avvio è pieno di tensione, come si vive sempre in un derby. Il primo quarto recita 14-15 in favore degli ospiti, grazie a Henry Sims che infila due liberi per un”regalo” di Bonacini, dopo che Rieti era andata avanti 13-9. Seconda frazione e Roma scappa complice un 4° fallo chiamato a Toscano e un tecnico sanzionato a Casini che fa arrabbiare il pubblico reatino. Alibegovic infila il 15-20, Rieti sbanda nelle due metà campo, Sims aumenta il suo bottino dalla lunetta portando il +10 ospite sul 18-28 al 15′. La stessa coppia virtussina è protagonista del primo tempo con Nic Moore a segnare a fil di sirena del primo tempo la tripla del 30-44 che manda le squadre negli spogliatoi.

La NPC prova a dare una sterzata al match a inizio seconda metà di match con Giovanni Vildera, 34-44 al 23′ e time-out Bucchi. Sembra un fuoco di paglia reatino, la Virtus macina gioco e punti riscappando con il solito Henry Sims e le triple di Sandri e Landi per il +21 sul 38-59 al 27′. Rieti trascina il quarto fino al 46-62 dopo 30′. Sembra finita, ma negli ultimi 10′ avviene il miracolo di Rieti che riapre totalmente il discorso promozione: di cuore, di nervi e di garra, la Zeus Energy Group riapre il match con un 4-0 di parziale iniziale firmato Casini e Bobby Jones che sembra nuovamente un fuoco di paglia, ma Bonacini infila la tripla della speranza che vale il 54-62 al 32′. I padroni di casa ci credono, i romani crollano e da quel momento c’è solo una squadra in campo sostenuta a gran voce dal PalaSojourner! A 5’ esatti dalla fine Jackson mette la tripla del 61-64, che arriva dopo gli unici due punti di Roma su azione nel quarto di Sims. A quel punto si spegne la luce della Virtus Roma, a 4’13 Carenza fa 2/2 per il 63-64 e Bobby Jones infila 5 punti di fila con una penetrazione e una tripla che valgono prima il 65-64 e poi il 68-64 per l’allungo fino al finale da sogno per la compagine allenata da Alessandro Rossi. Finisce 71-65.