fbpx

A2 Gold – Verona troppo forte, l’Assigeco regge per un quarto

 Zanchi - Carrea Casalpusterlengo

L’Assigeco riesce a far inceppare i meccanismi della capolista Tezenis Verona solamente per un quarto di gioco, poi, però, gli scaligeri prendono le misure in difesa e si scatenano in attacco (alla fine 96-82) trascinati dai due folletti Umeh e De Nicolao che distribuiscono assist a tutto spiano (alla fine quelli di squadra saranno ben 27 con ben 9 smazzati dal play italiano e 6 da quello a stelle e strisce) ben supportati dalla concretezza del solito Monroe (27 punti, frutto di un tiro al 77% con 10/13 con 7 rimbalzi, 4 assist, 4 palle perse e 4 recuperate) e dalla sostanza dell’ex Assigeco Ndoja (17 punti con un tiro al 54%) autore di una doppia doppia con anche 11 rimbalzi catturati e 2 assist. L’Assigeco, che alla fine in extremis ha recuperato Sant Roos, risultato fra l’altro il migliore in campo per i lodigiani insieme a Young, è riuscita poi a schierare anche Vencato e Carrizo che avevano accusato problemi, come il cubano, durante la settimana. Stavolta la squadra di coach Andrea Zanchi ha sofferto sotto canestro (29 rimbalzi contro i 34 veronesi) con i lunghi Ricci, Poletti e Chiumenti che in tutta la gara si sono presentati in lunetta per i tiri liberi solamente 4 volte e tutte con Poletti. Un po’ poco soprattutto considerando che dall’altra parte c’era Monroe. La percentuale dalla linea della carità è stato un altro motivo penalizzante per i lodigiani che hanno chiuso con un 9/17 contro i 13/19 dei locali che in generale hanno tirato meglio con un 58% contro il 48% dei lombardi andati meglio nelle triple (50% contro il 39% dei ragazzi di coach Ramagli). Altra costante negativa per l’Assigeco è l’apporto della panchina che ha dato solo 13 punti alla causa contro i 22 forniti dalla Tezenis grazie alla coppia Reati (13 punti col 71% al tiro e 2/3 nelle triple)-Giuri (9 punti col 50% al tiro e 2/3 nelle triple con 4 assist). Eppure la partita aveva fatto intravedere un’Assigeco ben messa che ha chiuso il primo quarto avanti 21-26. Già, però, all’intervallo Verona non solo ha messo la freccia, ma ha anche allungato andando al riposo sopra di dieci punti (53-43), vantaggio rimasto invariato anche all’inizio dell’ultimo quarto (79-70) anche se verso la fine del terzo periodo l’Assigeco si era anche portata a meno tre dai veneti (71-68). L’ultima frazione ha visto Verona controllare agevolmente, anche perché le non perfette condizioni fisiche degli acciaccati Assigeco alla fine hanno pesato.

Tezenis Verona-Assigeco Casalpusterlengo 96-82 (21-26; 53-43; 79-70)

Tezenis. Umeh 22, Reati 13, De Nicolao 6, Boscagin 2, Bartolozzi n.e., Ndoja 17, Mazzantini n.e., Gandini, Giuri 9, Monroe 27. All. Ramagli

Assigeco: Saccaggi 4, Poletti 6, Costa n.e., Vencato 7, Chiumenti, Ricci 7, Young 25, Maghet n.e., Carrizo 6, Sant Roos 27. All. Zanchi

Note: tiri totali Tezenis 36/62 (58%), Assigeco 31/64 (48%). Tiri da tre Tezenis 11/28 (39%), Assigeco 11/22 (50%). Tiri liberi Tezenis 13/19 (68%), Assigeco 9/17 (53%). Rimbalzi Tezenis 34 (7 offensivi e 27 difensivi), Assigeco 29 (9 offensivi e 20 difensivi). Assist Tezenis 27, Assigeco 9. Palle perse Tezenis 15, Assigeco 15. Palle recuperate Tezenis 10, Assigeco 9. Falli fatti Tezenis 20, Assigeco 16. Nessuna uscita per cinque falli.

Punti quintetto Tezenis 74, Assigeco 69

Punti panchina Tezenis 22, Assigeco 13

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *