A2 Gold – Trieste per tornare a correre, Assigeco per rialzare la testa

 Prandin - TRIESTE

Trieste e Assigeco vanno a caccia di due punti importanti nell’ottica della lotta per la salvezza (palla a due domani alle ore 18 al PalaTrieste) come spiega il coach giuliano Eugenio Dalmasson: “La partita con l’Assigeco è importante perché è una diretta concorrente per la salvezza. Per noi giocare in casa sarà uno stimolo per cercare di riprendere subito la nostra marcia interrotta a Torino. L’Assigeco viene da quattro sconfitte consecutive e sta cercando costanza di rendimento da una squadra che è dotata di un buon mix di esperienza e gioventù. Dovremo stare molto attenti perché la squadra di coach Andrea Zanchi ha nel suo roster alcune individualità che potrebbero metterci in seria difficoltà”. Più o meno sullo stesso tenore le dichiarazione dell’ala-guardia Massimiliano Fossati: “L’Assigeco è a caccia di punti e noi vogliano vendicare lo stop subito a Torino contro la Manital. I lombardi possono sovrastarci dal punto di vista fisico, però noi non dobbiamo fallire e sfruttare l’occasione di giocare davanti al nostro pubblico”. Murphy Holloway è stato fermo per tutta la settimana per un problema alla caviglia mentre Andrea Coronica sta recuperando dall’infortunio al fianco. Coach Dalmasson conta di poterli avere a disposizione. Sul fronte Assigeco, che ritroverà l’ex Roberto Prandin, c’è consapevolezza dell’importanza della sfida. “Dobbiamo fare risultato sul campo di una squadra che sta giocando un basket di qualità – spiega Michele Carrea, vice di coach Zanchi – con idee chiare in attacco e molta energia in difesa. Bisogna portare la partita su binari a noi congeniali passando per la solidità difensiva. Trieste punta parecchio su Holloway, giocatore decisivo in attacco e di grande impatto in difesa. Ma oltre a lui dovremo stare molto attenti anche a Tonut, letteralmente esploso quest’anno, e anche Candussi. Senza dimenticare l’ex di turno Bobo Prandin, che con noi ha fatto molto bene. Lui  è un giocatore imprevedibile in attacco e in difesa non si arrende mai, grande lottatore. Così come si dovrà limitare un altro giocatore molto esperto come Carra”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *