Home A2 A2 - Girone Ovest A2 Gold – Napoli vs Ferentino: La sala stampa

A2 Gold – Napoli vs Ferentino: La sala stampa

0

DSC_5469La FMC Ferentino mette a segno il colpo di giornata andando ad espugnare il PalaBarbuto della Givova Napoli. In conferenza stampa, a commentare la gara, sono intervenuti i tecnici delle due squadre. Ecco le principali dichiarazioni partendo dal coach ospite Gramenzi.

coach Franco Gramenzi: “E’ stata una bellissima vittoria, come avevo detto alla vigilia giocare la prima giornata a Napoli sarebbe potuto essere un piccolo vantaggio per noi. E’ una squadra di valore ma nuova, che chiaramente non può essere già al top della condizione. E poi c’è sempre la pressione per l’esordio casalingo di fronte al pubblico napoletano. Noi siamo stati bravi a conservare il vantaggio accumulato nel secondo periodo. Al di là della bravura di Thomas, il gruppo ha saputo gestire al meglio la partita e questo mi fa piacere evidenziarlo, perché premia tutti del gran lavoro fatto da metà agosto ad oggi. E’ stata la vittoria di tutto il gruppo, capace di tenere il campo bene, anche nel momento in cui Napoli ha cercato di recuperare il gap di svantaggio. Sono soddisfatto per quello che la squadra ha fatto vedere in campo. Siamo, comunque, al 5 di ottobre e anche noi dobbiamo migliorare molto. Abbiamo sofferto all’inizio nel rimbalzo d’attacco, poi durante la gara ci siamo presi un po’ di rischi in più sotto canestro e siamo stati bravi a sfruttare le opportunità che Napoli ci ha concesso. Non solo Guarino, ma anche Bucci e Pierich sono da elogiare. Conoscono bene il nostro sistema. Hanno la capacità di trascinare il gruppo, specie in mezzo al campo, e così facendo tutti riescono a condividere al meglio il nostro gioco. Siamo contenti per i due punti conquistati e ringrazio la squadra per come è scesa in campo e per come è riuscita a conquistare questo primo successo stagionale in un campo come Napoli”.

coach Marco Calvani: “Partita compromessa nei primi due quarti. Se cedi 45 punti finisci a 90 punti. È ovvio che lo sforzo che fai poi per recuperare può avere delle conseguenze. Alcuni tiri semplici non ci sono entrati. Se la partita è andata così probabilmente non sono stato capace di trasmettere alla squadra ciò che doveva essere. Dovrò migliorare la comunicazione con i giocatori, far capire ciò che serve e trasferire loro l’energia giusta. Energia che ha praticamente messo in campo dall’inizio Ferentino. C’è una mia responsabilità se quest’energia non è stata tirata fuori oggi. Ci siamo intesarditi con il tiro da tre punti soprattutto nella prima metà di gioco. Siamo arrivati più volte a meno sei e non siamo stati capaci di completare la rimonta. La differenza nei rimbalzi nei primi due quarti si è vista anche in difesa. Eravamo troppo soft contro una squadra che ci saltava addosso. Non siamo riusciti a fare ciò che avremmo dovuto fare. Siamo stati spettatori per alcuni tratti della gara. Se non induci l’arbitro a fischiare è perché probabilmente non sei nella partita. Il dato dei falli è l’effetto lampante dell’assenza di energia che invece Ferentino ha tenuto da subito. Chiedo scusa al pubblico di Napoli, sarebbe stato giusto regalargli una gioia in una serata in cui sono accorsi in massa a vederci. Avremmo immaginato un esordio e una prestazione differente. Non avremmo meritato i due punti, qualora fossimo riusciti a completare la rimonta. Ma sarebbe stato giusto ripagare questo pubblico. Dissi un po’ di tempo fa che avremmo avuto bisogno di un po’ di tempo. Faremo in modo che il tempo necessario a trovare le risposte giuste dopo questa sconfitta sia il più breve possibile”.