A2 girone Ovest: Gramenzi: “Continueremo a lavorare con l’intento di migliorare”, Carrea: “Quando abbiamo alzato in difesa abbiamo trovato continuità”

Carrea, Biella, 2-10-16

Nella conferenza stampa intercorsa a seguito del match fra Latina e Biella queste sono state le dichiarazioni dei rispettivi coach:
Coach Gramenzi: “Abbiamo subito fisicamente i nostri avversari e abbiamo fatto fatica ad attaccarli, anche se in alcuni tratti della partita gli errori sono stati propriamente nostri. Da sottolineare il fatto che stasera Alredge non è riuscito ad entrare in partita e questo ci ha penalizzato tantissimo, soprattutto dovendo affrontare una squadra molto fisica come Biella. Jonathan non è riuscito a prendere il tempo della partita, ha commesso tre falli e anche quando abbiamo provato a reinserirlo nel terzo quarto, vedendo che continuava a non avere il necessario grado di concentrazione, abbiamo optato per scelte di gioco diverse. A mio avviso abbiamo giocato bene i primi due quarti, che forse avremmo potuto chiudere mantenendo il vantaggio. Gli errori gravi sono arrivati all’inizio del terzo quarto quando, dopo aver subito un parziale di 6-0 e aver messo in atto una buona prova d’orgoglio recuperando il gap, abbiamo nuovamente incassato un break di 5-0 maturato esclusivamente su secondi tiri, sbagliato un banalissimo tiro da sotto e scesi sul -7. Da quel momento ci siamo smarriti di nuovo e abbiamo fatto fatica. Chiaramente per Biella è stato in quel momento più semplice giocare perché noi per recuperare abbiamo fatto una scelta più leggera giocando con una squadra più piccola, subendo però la loro fisicità in difesa. Sicuramente Biella è stata brava, ha fatto delle buonissime cose e ha delle grandi individualità. Dal punto di vista dell’atletismo non abbiamo potuto contrastarli al meglio sia per il mancato apporto di Alredge, sia perché Poletti è sceso in campo reduce dall’influenza e dalla febbre che non gli hanno consentito di allenarsi al meglio. Vista la situazione, devo dire che abbiamo fatto anche molto. Ovviamente continueremo a lavorare con l’intento di migliorare e correggere gli errori”.

Coach Carrea: “Abbiamo fatto una partita offensiva di buon livello per tutti i 40 minuti. Quando abbiamo alzato in difesa e abbiamo trovato continuità nel far canestro abbiamo preso quel margine che non dico che abbiamo gestito, perchè in alcuni momenti sono tornati sotto ,ma ci ha dato il controllo del ritmo per lunghi tratti di gara. Credo che questa sia la nostra chiave: in attacco abbiamo raggiunto una continuità sulla qualità dei tiri, poi posso entrare o uscire ma la ritengo soddisfacente e dobbiamo trasferirla sull’intensità difensiva. In questa parte della stagione forse quaranta minuti è un obbiettivo ambizioso ma se siamo su 25-30 minuti di buona qualità difensiva. È chiaro che l’obbiettivo è sempre quello di alzare questa durata. Io credo che fare bilanci a cinque giornate sia un errore, la cosa giusta è pensare partita dopo partita. A noi serviva una prestazione soddisfacente in trasferta, l’abbiamo data e ci ha concesso due punti. Questo è l’elemento che ci interessa. In un campionato in cui si può perdere contro tutti, ci si mette un attimo a subire un filotto di otto sconfitte per cui credo che guardare ora alla classifica sia un esercizio intelletuale non utile perchè ci sono squadre che hanno affrontato determinate partite altre no e quindi l’unica cosa che noi possiamo fare è concentraci sulla prossima trasferta ad Agropoli. Dobbiamo trovare le chiavi per poter fare risultato e alzare il livello della performace. In questo momento l’elemento di soddisfazione è avere Wheatle nelle rotazioni, giocatore che fino a cinque giornate fa aveva affrontato zero minuti in questa Lega. Oggi ha fatto un’apparizione significativa Pollone, settimana scorsa l’aveva fatta Massone. Questi erano gli obbiettivi primari della stagione.”
© BasketItaly.it – Riproduzione riservata

One Comment

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *