A2 girone Ovest: Biella compie il miracolo, stende Agrigento al fotofinish 83 a 84.

biella, De Vico, novembre 2016

L’Angelico, con una prestazione di 30 minuti da manuale e gli ultimi 10 minuti da film dell’orrore, riesce a conquistare il campo di Agrigento sul risultato di 83 a 84 mantenendosi salda alla prima postazione della classifica a braccetto con Legnano, reduce dalla neo vittoria contro Trapani.

Biella parte subito forte grazie a Ferguson che si erge artefice di 7 punti consecutivi. Agrigento tiene testa egregiamente mantenendo il risultato sulla differenza di 1 lunghezza. Il 6-7 sancisce l’inizio di una cavalcata tutta firmata rossoblu che porta il risultato, dopo 10 minuti di gioco, al 18-25.
L’inerzia del secondo periodo rimane salda nelle mani dei ragazzi di coach Carrea con i siculi ad arrancare con difficoltà, complice anche una prestazione sotto tono di uno dei suoi massimi realizzatori Bell-Holter. Una Biella spumeggiante in attacco e dinamica in difesa morde il parquet avversario e spinge i padroni di casa in alto mare. Su un allarmante 38 a 51 si va all’intervallo lungo.
Al ritorno sul parquet, il leitmotiv del match sembra proseguire immutato con i ragazzi di coach Ciani sempre in netta inferiorità di risultati apparentemente condannati alla deriva nonostante i continui tentativi di ripresa. Troppi gli errori dei siculi contro una formazione one fire perfetta sia sul lato offensivo che difensivo. I biellesi si portano all’ultimo periodo di gioco con un importante bottino di 79 punti rapportati ai 57 degli avversari.
Le prime battute di gioco del quarto quarto mostrano, fin da subito, un nuovo piglio dei padroni di casa che, trainati da una grinta ritrovata, iniziano ad ingranare una marcia più alta. È un canestro tabellato di Ferrero a riaccendere ufficialmente gli animi della Moncada che, da -16 lunghezze di massimo svantaggio raggiunto nelle precedenti frazioni, riesce in 8 minuti, a ridurre ed azzerare il gap fino all’ 81-81. Buford a 40 secondi dalla fine porta i suoi sul +2 con una sonora schiacciata. La palla è di nuovo nelle mani di Buford, dopo un errore di Ferguson in attacco. Il giocatore di Agrigento, però, sbaglia e Ferguson si trova a gestire l’ultimo possesso di Biella. Piazza ferma l’americano con un fallo ma la situazione difensiva non ha ancora raggiunto il bonus per Agrigento e porta i rossoblu alla rimessa con 4 secondi sul tabellone. In un secondo Tessitori schiaccia ma subisce nuovamente un fallo che viene fischiato prima della conclusione effettiva e porta all’annullamento del canestro. Spetta a Ferguson chiudere definitivamente i giochi dalla lunga con una magia a fil di sirena che fissa il punteggio a 83-84 e dice NO ad un’immeritata sconfitta.
Biella conquista Agrigento e mantiene la sua posizione d’onore in classifica ancora in condivisione con Legnano, fiera della sua neo vittoria contro Trapani.
Agrigento, reduce da 30 minuti di buio più totale, è riuscita a spingere il cuore oltre ogni limite recuperando la disfatta di tre quarti in soli 9 minuti, spinta dalla passione del suo pubblico e dall’orgoglio di non smentire sette vittorie consecutive.
Il suo miglior marcatore è Beford con 17 punti.
MVP dell’incontro spetta di diritto a Ferguson per aver chiuso una partita che si stava trasformando rapidamente in un incubo e per aver messo a segno 22, ottimo tuttavia l’apporto di tutto il team anche dei più giovani.

Fortitudo Moncada Agrigento: Bucci 11, Buford 17, Cuffaro, Zugno 6, Evangelisti 8, Ferraro 7, Chiarastella 11, De Laurentiis 8, Piazza 8, Tartaglia, Bell-Holter 7. All. Franco Ciani
Angelico Biella: Ferguson 22, Hall 17, Massone, Venuto 5, Pollone 10, De Vico 7(cap.), Udom 15, Wheatle 2, Rattalino, Tessitori 6.
All: Michele Carrea.
Agrigento-Biella-Agrigento: 83-84 (18-25, 20-26, 21-20, 24-13)
Punti Quintetto: Agrigento: 48, Biella: 57;
Panchina: Agrigento: 35, Biella: 27;
Rimbalzi: Agrigento: 28, Biella: 42;
Assist: Agrigento: 13, Biella:16;
Palle Recuperate: Agrigento: 5, Biella: 4;
Palle perse: Agrigento: 8, Biella: 9;
Tiri da 3: Agrigento: 32%, Biella: 36%;
Tiri da 2: Agrigento: 67%,Biella: 49%;
Tiri Liberi: Agrigento: 72%, Biella: 83%.
© BasketItaly.it – Riproduzione riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *