A2 Est: Una convincente APU GSA Udine torna alla vittoria, battuta Piacenza

APU GSA Udine
Trevis Simpson e Marshawn Powell fanno la differenza per Udine – Laura Cristaldi (BasketItaly)

UDINE – Dopo le ultime uscite non positive, l’APU GSA Udine ha affrontato la Bakery Piacenza cercando una vittoria “scaccia-crisi”, mentre per gli emiliani l’obiettivo è quello di uscire dalla zona calda della classifica. I friulani, che hanno intrapreso la stagione venendo inseriti nel lotto dei favoriti, si sono imposti per 92-77.

La Bakery Piacenza è partita più forte, approfittando il tiro esteriore e la presenza sotto canestro di Andrea Crosariol. I padroni di casa sono riusciti a riportarsi in partita grazie alla versatilità di Trevis Simpson e la potenza di Marshawn Powell. Marco Spanghero ha trovato il primo vantaggio bianconero con una tripla a un minuto e mezzo dalla fine del primo parziale. Lo stesso Spanghero ha segnano ancora da oltre l’arco e una penetrazione fantasiosa di Simpson ha ribaltato il risultato e le sensazioni in campo. Il primo quarto di è chiuso con l’APU GSA avanti 26-22.

Nel secondo periodo Piacenza ha cercato di aggredire l’incontro come nel primo, ma in questo caso Udine non si è fatta sorprendere; il risultato è stato una fase della partita divertente e con annotazione da entrambe le parti. Powell è stato autore di una tripla di tabella sullo scadere del possesso palla di notevole fattura e Chris Mortellaro ha dato il suo contributo per i padroni di casa. Piacenza è rimasta aggrappata all’incontro grazie ai tiri liberi di Alan Voskuil. Con Powell e Simpson in campo Udine è un’altra cosa. I due americani regalano qualità e canestri e proprio un centro di Marshawn Powell ha dato il +10 ai padroni di casa. Piacenza non è riuscita a mantenere lo stesso smalto e le stesse percentuali di realizzazione di inizio partita. Crosariol sotto canestro ha permesso di ridurre le distanze per i suoi e le due squadre sono andate negli spogliatoi sul 45-37.

Una tripla di Lorenzo Penna ha aperto il terzo parziale. Crosariol ha continuato ad essere pericoloso nel pitturato, ma quando la Bakery sembrava tornare in partita, Powell e Simpson hanno dato la stoccata definitiva, con giocate e canestri degni di nota. Ancora Spanghero dai 6.75 ha segnato il +19 per i suoi. Anche Stefan Nikolic si è iscritto al festival della tripla. Le due squadre sono andate all’ultimo riposo con i padroni di casa in vantaggio 69-56.

Marques Green dal’arco della tripla ha riportato la Bekery sul -10 a inizio dell’ultimo quarto, e un canestro dalla mezza distanza di Riccardo Perego ha costretto coach Cavina a chiedere un time-out. Ci è voluta una tripla del capitano Mauro Pinton per interrompete il parziale di Piacenza, mentre il quarto fallo di Powell metteva in crisi i padroni di casa. Un 3+1 di Spanghero ha riaperto la breccia tra le due squadre; la squadra ospite sembrava aver esaurito le energie per tentare una nuova rimonta. Due nuove ‘bombe’ di Simpson e Riccardo Cortese hanno chiuso il discorso vittoria riportando il vantaggio locale sul +18 a due minuti dalla fine. Chris Mortellaro ha schiacciato in transizione per l’euforia del pubblico locale, che aveva assiepato il Palasport Carnera come d’abitudine.

  • Udine: Marshawn Powell (22 punti con 10/15 dal campo e 11 rimbalzi), Trevis Simpson (19 punti, 4 rimbalzi e 8 assist), Marco Spanghero (13 punti con 4/7 in triple)
  • Piacenza: Alan Voskuil (20 punti), Andrea Crosariol (14 punti, 7 rimbalzi e 7 assist), Andrea Pastore (11 punti).