A2 – Una De’ Longhi compatta espugna Mantova

Massimiliano MenettiProva di forza per Treviso che, nonostante le assenze, batte gli Stings per 74-80. Partita punto a punto, Mantova ci ricasca.

È una bella partita quella che si disputa al PalaBam di Mantova, dopo sorpassi, controsorpassi e lotta continua su ogni pallone, è Treviso a spuntarla. Si potrebbe dire che gli Stings ci siano ricascati, Paladozza docet.

Doveva essere la partita della verità, della rivincita per i padroni di casa che tornavano a giocare tra le mura amiche dopo la brutta sconfitta di Bologna, invece il fil rouge si è ripetuto: ottima partita, diverse situazioni di vantaggio, ma alla fine vincono gli “altri”.

Non è solo questione di sfortuna o di demeriti di Mantova, anzi, è d’obbligo sottolineare la prestazione di squadra messa in atto da Treviso.

I ragazzi di Menetti arrivavano a questa partita con assenze importanti, tra cui non solo Antonutti ma anche Burnett, ed erano chiamati a dare continuità al risultato casalingo ottenuto contro Verona, cosa che sono riusciti a fare tirando fuori più di un coniglio dal cilindro nel corso dei 40’.

I padroni di casa partono bene, arrivando a un +4 di massimo vantaggio nel primo quarto che, grazie alla reazione di Treviso, si chiuderà poi sul 21-20. Nel secondo quarto Uglietti e Chillo ci mettono energia e punti, aiutati dal debuttante Sarto e dal ritrovato Lombardi. Il punteggio dopo 20’ dice ospiti in vantaggio per 38-33.

È però nel terzo quarto che la sfida si accende per davvero. Treviso sale di colpi: in difesa torna a mostrare quanto di buono fatto contro Verona, in attacco, Wayns e Chillo firmano il momentaneo +7. Mantova non ci sta e, soprattutto grazie a Ghersetti, riesce a riportarsi a contatto, chiudendo il periodo di gioco sul +2, 58-56.

L’ultimo quarto è guerra. Si lotta su ogni pallone, sia da una parte che dall’altra. Mantova probabilmente rivive le emozioni di Bologna e cade sotto i colpi, soprattutto da 3, di un ispirato Uglietti, di Wayns e del top scorer di giornata Imbrò che chiuderà poi con 21 punti totali.

Il punteggio finale dice 74 – 80 per Treviso che porta a casa la seconda vittoria consecutiva dalla sconfitta rimediata contro Cento. Questo risultato fa morale e dimostra che i meccanismi iniziano a girare nel verso giusto.

Da segnalare la prestazione di Chillo, un’ottima doppia doppia con 12 punti e 11 rimbalzi e, vista la giornata no di Tessitori, Menetti non avrebbe potuto chiedere di meglio. Le note lieti in casa Treviso non sono finite, sono ben in cinque che chiudono la partita in doppia cifra.

La bravura della De’ Longhi è stata riuscire a vincere in un campo non facile trovando il giusto protagonista per ogni momento decisivo del match.

Gran prova di carattere di TVB che, come professato dal proprio allenatore per tutta la settimana, si è comportata da squadra vera mettendo in campo una buona intensità.

Peccato invece per Mantova che, ancora una volta, arriva vicinissima alla vittoria dopo un’ottima prestazione sul parquet. Il dato di fatto, però, è che gli Stings sono ancora fermi a 4 punti in classifica. Treviso si piazza terza a pari merito con Forlì e a 4 punti di distacco dalla capolista Bologna.