A2 – Una De’ Longhi “Chiller” schianta Jesi

Treviso batte Jesi col punteggio di 90-68 e sigla la terza vittoria consecutiva in campionato. Tornano e giocano sia Antonutti che Burnett. Chillo ne mette 20, la De’ Longhi mette le ali. Amaro ritorno al Palaverde per l’ex Rinaldi. 

 

È una De’ Longhi che mette in campo intensità, domina per quasi 30′ e schianta Jesi per 90-68. Al Palaverde non c’è partita, se non nel primo quarto, dove anche a causa dei troppi errori dei veneti, l’Aurora riesce a restare a contatto e chiude i primi dieci minuti sul -5. Nel secondo quarto però i ragazzi di Menetti dilagano e a metà partita il tabellone dice 48-35. Nel terzo quarto Treviso rischia qualcosa, i marchigiani recuperano alcuni punti, ma non c’è mai la sensazione che Jesi possa portarsi in vantaggio. L’ultimo quarto di gioco non fa altro che confermare quanto visto negli altri tre: gioco, partita e incontro per Treviso Basket.

 

Rinaldi sicuramente se lo immaginava diverso il suo ritorno a Treviso, magari più simile all’anno scorso o alla partita giocata contro Ferrara sette giorni fa, invece si ferma a 4 punti realizzati e gioca una partita mai esaltante, cosa che nessuno in maglia Aurora, Dillard a parte, fa. Parte bene Baldasso nei primi minuti, fa vedere delle cose interessanti, ma anche lui poi sparisce.

 

Non sono certamente tutti demeriti dei marchigiani, questo risultato è frutto di una gran partita giocata dai padroni di casa. La De’ Longhi sul parquet è intensa, organizzata e a tratti (per ora) bella da vedere. Stonano un po’ alcuni errori in entrambe le metà del campo ma si è comunque notato un miglioramento complessivo.

 

Se Imbrò sembra avere sempre più confidenza, Chillo trasforma in punti quasi ogni pallone che tocca in pitturato per la bellezza di 20 punti totali. Ottima partita anche da parte di Eric Lombardi che, nonostante qualche errore di troppo da sotto, segna comunque 14 punti tirando col 50% da due e col 100% da tre. Bene anche i rientranti Antonutti e Burnett, come anche Tessitori e Alviti. È stata comunque una vittoria di squadra e da squadra, dove tutti hanno risposto positivamente alla chiamata del coach.

 

Menetti si è chiaramente detto soddisfatto per aver visto una squadra intensa, compatta e con un’identità sempre più nitida. Non era facile vincere la terza di fila, ma ora calare il poker sarà ancora più difficile. La prossima settimana c’è Montegranaro che, dopo la sconfitta rimediata contro la Fortitudo e il conseguente aggancio in classifica da parte Treviso e Forlì, vorrà senza dubbio rifarsi domenica prossima. La 9° giornata sarà complicata anche per Jesi che ospiterà Udine.

 

Una festa nella festa in quel del Palaverde. Durante l’intervallo il parquet viene invaso da tutti i ragazzi facenti parte delle squadre giovanili di Treviso Basket ed associate, una marea bianca costituita da 700 tesserati. Giusto a ricordare che una squadra vincente, o in questo caso ambiziosa, poggia sempre su delle fondamenta solide.