A2 Est – Impresa di Montegranaro che riapre tutto, Fortitudo battuta dopo un OT 105-106

Che partita al PalaDozza! Era la gara dell’anno, la partita chiave per la corsa promozione, lo è stata, in tutto e per tutto una quasi finale playoff che la XL Extralight Poderosa Montegranaro di coach Cesare Pancotto ha vinto dopo un overtime battendo la Lavoropiù Fortitudo Bologna per 105-106 e riaprendo così completamente la corsa promozione in A1 per il girone Est (non che nel girone Ovest sia chiusa… anzi). Prima sconfitta interna in stagione per i felsinei, per le Poderosa è la dodicesima vittoria consecutiva stagionale, e stasera ha pescato quella più importante, che ha riaperto una stagione.

Coreografie e clima da playoff, questa partita infatti ha quel valore, la Fortitudo domina l’incontro nella prima parte toccando come massimo vantaggio il +13 sul 38-25 dopo 11′ trascinata da Kenny Hasbrouck (18 nel primo quarto, 29 nel primo tempo, 0 nella ripresa), poi la Poderosa pian piano gira l’inerzia andando sotto di 5 all’intervallo sul 54-49, la gira completamente nell’ultimo quarto col primo vantaggio marchigiano sul 71-72, tocca il +4 sul 71-75 con break di 0-10 col fallo tecnico chiamato a coach Antimo Martino, si porta sul +7 a 1’22” dalla fine (84-91) con la tripla dell’ex Valerio Amoroso e sembra chiuderla completamente; ma la Effe non molla nonostante perda Hasbrouck per infortunio (anche Daniele Cinciarini out e non entrato), la riacciuffa con Matteo Fantinelli e la tripla incredibile di Guido Rosselli portandola all’overtime dopo che Amoroso aveva la possibilità del sigillo ai liberi fallendo un libero. 95 pari e overtime!
Jeremy Simmons per gli ospiti e Marco Venuto per i felsinei lasciano la partita per falli commessi e l’inerzia torna a favore della Lavoropiù che torna in controllo sul +5 a 90” dal termine. E invece, LaMarshall Corbett la gira completamente con due triple spacca-partita per il 105-106 finale, causa anche un Rosselli (fino a lì 23 punti, 8 rimbalzi, 13 assist e 9 falli subiti!!!) che perde l’ultimo pallone sbattendo contro la difesa ospite. Il bello e il brutto di uno sport come il basket, e dice che il campionato che sembrava chiuso si riapre: la Fortitudo resta prima con +2 e vantaggio nello scontro diretto su Montegranaro grazie alla vittoria nella partita d’andata per 71-76. Magra consolazione per l’Aquila, considerando che ad un certo punto anche quello pareva svanito, e che ad un altro punto sembrava ormai tutto riaggiustato. Ora c’è la Coppa Italia, poi inizierà una nuova stagione per le due squadre per una volata promozione in A1 tutta da gustare nelle restanti 7 partite.

Fortitudo-Montegranaro 105-106 d1ts

Fortitudo: Fantinelli 20, Rosselli 23, Hasbrouck 29, Leunen 14, Pini 10. Mancinelli 2, Venuto 2, Sgorbati, Benevelli 5

Montegranaro: Palermo 12, Negri 4, Amoroso 11, Corbett 30, Simmons 11. Traini 12, Mastellari 19, Petrovic 2, Testa 5