A2 – A Treviso arriva Forlì: sarà battaglia

credits: Foto Gregolin per Treviso Basket

Domenica 9 dicembre alle ore 18.00 Treviso affronta Forlì nel match valido per l’11° giornata del campionato di Serie A2, girone Est. Cinque vittorie di fila per i veneti, tre per i romagnoli. Una delle due sarà seconda in solitaria. 

Non potrebbe arrivare in un momento migliore, sia per la De’ Longhi sia per l’Unieuro. Entrambe arrivano da una partita giocata, e vinta, mercoledì 4 dicembre: Treviso ha giocato forse la sua miglior partita di questo campionato battendo facilmente Imola (clicca QUI per il racconto del match), Forlì, seppur faticando, ha battuto Piacenza di quattro lunghezze. Il secondo posto non è una casualità per nessuna delle due, ma domenica sera una dovrà abdicare e abbandonare la seconda piazza. Cosa non così grave considerato che siamo appena alla undicesima e c’è tutto il tempo del mondo, ma sarebbe sicuramente un grande stimolo per tutto l’ambiente l’aver scalzato una pretendente.

Come ripete coach Menetti, ormai fino alla nausea, la classifica è relativamente importante, ciò che conta è il gioco. Sicuramente nel match di domenica sarà fondamentale per Treviso ripetere, e magari migliorare, la prestazione vista contro Imola. Grande intensità difensiva di squadra e molta concentrazione per tutti i 40′. Wayns sembra finalmente aver preso confidenza e qualcosa del suo repertorio mercoledì lo ha mostrato, ma sarà necessaria da parte sua una continuità nelle prestazioni.

L’Unieuro non è certamente un avversario semplice: attualmente ha il miglior attacco della A2 Est con 82.9 punti segnati di media (Treviso è quarta con 82.5, ndr) e in rosa ha dei giocatori molto interessanti come per esempio l’ex virtussino Kenny Lawson che sta viaggiando a 17.3 punti di media, conditi da 6.8 rimbalzi. Bisognerà fare attenzione anche a Johnson: l’americano da tre punti ha una percentuale del 47% in stagione. Non solo loro, il roster forlivese è composto da un ottimo mix di giovani talentuosi e di giocatori d’esperienza, uno su tutti Giacchetti (che però probabilmente non sarà della partita).

Domenica al Palaverde ci si attende il pubblico delle grandi occasioni. Un ambiente, quello trevigiano, che sa diventare rovente e che molto spesso è un fattore da non sottovalutare. Tutto è pronto per una gran sfida di pallacanestro dove probabilmente vincerà la formazione che riuscirà a restare concentrata e ad essere aggressiva e organizzata per tutti i quaranta minuti.