Cantù torna al lavoro, coach Trincheri: Obiettivo restare in alto

Ieri se è radunata la Bennet Cantù al cospetto di circa 200 tifosi, che nonostante la giornata di Ferragosto non hanno voluto far mancare il loro proverbiale sostegno ai beniamini biancoblu. Il coach Andrea Trincheri in una intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport ha spiegato i propri obiettivi ed ha tracciato un quadro tecnico generale in vista della prossima stagione: “Il nostro obiettivo per la stagione che verrà sarà di rimanere in alto insieme a Milano e Siena. Difficile è fare pronostici; Agosto è sempre il tempo dei sogni per ogni squadra, poi ci sarà la dura realtà del campo, che collocherà tutte le squadre in classifica. Siamo una squadra molto rinnovata, che si è ringiovanita, per me è una sfida molto intrigante. Siamo una squadra diversa quest’anno, perché quella dell’anno scorso era una basata più su un gioco corale che faceva pochi errori ma difficilmente rimediava ai propri errori, la squadra dell’anno prossimo farà più errori, ma avrà più guizzi dal punto di vista fisico per rimediare agli errori fatti. Partiremo con cinque giocatori in meno su undici (NDR Aradori, Cusin, Markoishvili, Tyus e Tabù impegnati con le loro rispettive nazionali nelle qualificazioni europee) non nego che questa è una scocciatura che rende il lavoro più difficile e complicato, però non si può far nulla, bisognerà fare un lavoro tecnico limitato così quando i giocatori rientreranno dalle nazionali più facilmente potranno entrare negli schemi della squadra”. Cantù quindi parte con una squadra totalmente rinnovata in uomini, spirito, capacità tecniche e fisiche, ma l’obiettivo è sempre lo stesso: fare corsa di testa con i campioni d’Italia di Siena e la supercorazzata del campionato Milano.