Cantù stasera in campo contro Cremona. Debutto per Aradori e Cusin

Conclusa la fase di preparazione in Valtellina, con due vittorie ed una sconfitta nell’ultimo test contro il Mariupol, la Pallacanestro Cantù continua la preseason tra le mura amiche. Questa sera alla NGC Arena (ore 19.45) i biancoblu affrontano la Vanoli Cremona, reduce dal secondo posto nel Trofeo Lombardia (dove ha battuto in semifinale nientemeno che il CSKA Mosca), per quella che si può considerare la vera ‘vernice’ stagionale. Attesi al debutto in biancoblu gli italiani, Pietro Aradori e Marco Cusin, presentati ufficialmente ieri, che daranno alla squadra una fisionomia più vicina a quella definitiva. Tra gli ospiti in evidenza gli Usa Aaron Johnson e Jarrius Jackson, protagonisti lo scorso anno in Legadue rispettivamente a Ostuni e Veroli, mentre mancheranno i ‘finlandesi’ Shawn Huff e Tukka Kotti.

Da domani, poi, finalmente coach Trinchieri avrà a disposizione tutti gli effettivi, con i tre che hanno concluso ieri sera i rispettivi gironi di qualificazione ad Euro 2013.

Manu Markoishvili, ottimo interprete con la sua Georgia – che ha staccato il biglietto per Euro2013 come seconda del proprio girone – ha chiuso a 18 punti, 4 rimbalzi e 3.1 assist di media. Johnny Tabu, con il Belgio ripescato tra le migliori terze, ha scritto 11.9 punti di media, con 2.1 assist. Infine Alex Tyus protagonista a 12.6 punti e 6.8 rimbalzi con Israele – che nonostante il -16 di ieri in Serbia ha strappato il secondo posto in un girone non semplice – il cui ruolo diventa fondamentale, perdurando l’assenza di Scekic, nei primi e delicatissimi impegni ufficiali della stagione.

I biancoblu avranno soltanto una decina di giorni per allenarsi al completo – e soltanto altre due amichevoli al Torneo di Caorle nel prossimo weekend – prima di affrontare Siena nella Supercoppa il 22 e tentare la via all’Eurolega nei Qualifying Rounds di Desio a partire dl 25. E’ certamente quest’ultimo l’impegno più delicato, viste le ricadute sul piano societario, per restare nel gotha del basket europeo, avendo la Supercoppa una valenza soprattutto in termini di fiducia e morale all’ambiente in vista della nuova stagione. Lo spauracchio del girone si chiama Unics Kazan, emergente squadra russa che dopo la conquista dell’Eurocup due stagioni orsono, l’anno scorso si guadagnò l’accesso ai quarti di finale di Eurolega, eliminata dalla corazzata Barça.

La società ha investito parecchio su un telaio già più che discreto e l’obiettivo di spuntare in Brianza il pass per l’Europa che conta è molto più che realistico. Cantù avrà dalla sua un ambiente che si spera affollato ed infuocato come nella passata stagione, a fronte di un roster rinnovato in numerosi elementi chiave, molto dipenderà da come e quanto in fretta lo staff tecnico, a partire da stasera, saprà assemblare, approntando una versione giocoforza ridotta del playbook, l’indubbia quantità di talento a disposizione.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata