Win or go home: a Bologna si gioca per i playoff

Granarolo Bologna, Abdul Gaddy al tiro

Partita decisiva quella in scena all’Unipol Arena domenica alle 20.30, con le due Virtus del campionato a giocarsi l’accesso alla post season.

Qui Bologna – Sotto le Torri c’è grande attesa per quella che è stata definita come “la partita dell’anno”. L’apporto del pubblico sarà molto imporante, che i Forever Boys che saranno a palazzo dalle 17.30. Sia i giocatori che il coach sono consci che la sfida sarà di quelle decisive, come spiega Valli in sala stampa: “E’ stata una buona settimana di lavoro per affrontare una partita che è come una finale. Giocare questa gara è un privilegio che ci siamo costruiti da soli e che i ragazzi meriterebbero di aggiudicarsi per dare un buon compimento a questa stagione. Sarà uno spareggio in campo neutro, perché non abbiamo avuto la possibilità di allenarci all’Unipol Arena. Ma naturalmente avremo l’affetto dei tifosi che sarà super. Credo che vorranno partecipare anche loro a questo piccolo evento che ha per noi grande significato.”

Qui Roma – Dopo un lunga rincorsa l’Acea è arrivata a ridosso della zona playoff e ora ha la possibilità di giocarsi il destino in due partite contro due dirette rivali. Non una settimana facile per la squadra della capitale, con Curry e Stipcevic bloccati da due infortuni. Coach Dalmonte sa che deve chiedere uno sforzo extra ai suoi: “Ci siamo e ce la giochiamo. Non importa cosa sia successo ieri, non deve interessarci cosa succederà domani, quello che conta è oggi. Da Bologna hanno lanciato la sfida, sportivamente parlando, per una finale. Accettiamo questo invito perché sarà indiscutibilmente una partita da dentro o fuori, con la doverosa iniezione di fiducia dopo le nostre ultime 7 settimane e con il massimo rispetto per una squadra che ha fatto molto bene, grazie al lavoro super di Valli e a una solidità societaria determinante per ogni successo centrato durante la stagione. Ci aspettiamo una Virtus aggressiva, dal punto di vista difensivo e offensivo. L’impatto emotivo, il coraggio e la tenuta mentale saranno basilari, ancora più importanti di un dettaglio tecnico o di una scelta tattica, data la tipologia della gara e il valore della posta in gioco.”

La chiave tattica – Il fattore campo ha accompagnato la Virtus Bologna fino a qui, con la Granarolo che si porta in dote 7 vittorie consecutive di fronte il pubblico amico, raggiungendo anche 88 punti di media. Il clima si preannuncia caldo, con molti tifosi di fede bianconera pronti ad andare a palazzo per aiutare i ragazzi di Valli a raggiungere un traguardo impensabile ad inizio stagione. Ray dovrà prendere per mano la squadra, sopratutto in attacco (è il quarto realizzaatore del campionato con 16.6 punti di media), sperando che Hazell ripeta la prestazione dell’andata in cui esplose con 29 punti. Sarà decisivo tenere alto il livello dell’attacco, visto che l’Acea è la miglior difesa del campionato. Dalmonte è noto per riuscire a spezzare il gioco degli avversari e una volta di più dovrà dimostrare la sua abilità. Decisivo limitare Ray e Hazell, anche se il vero ago della bilancia potrebbe essere gli italiani, sempre protagonisti in negativo nelle sconfitte. L’Acea dovrà in qualche modo sopperire alla scarsa taglia dei suoi esterni, che pagano dazio a livello fisico contro quelli della Granarolo, magari puntando sulla voglia di rivalsa di Ebi, ex del match. Il giocatore nigeriano deve stare attento ai falli, sempre troppi e causati dalla troppa foga.

Palla a due alle 20.30, arbitreranno i signori Paternicò, Sabetta e Aronne.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *