Vittoria all’overtime: Brindisi c’è e batte la Sidigas Avellino sul 92-88

Grande prova corale per la New Basket Brindisi che conquista la prima vittoria della stagione tra le mura amiche contro un’ostica Sidigas Avellino. La Happy Casa stringe i denti e combatte su ogni pallone dal primo all’ultimo minuto, nonostante una lucida Scandone che ha provato a chiudere i giochi in più azioni, ma è un solo tempo supplementare a decidere le sorti della gara e a premiare i padroni di casa sul 92-88.

Top scorer per Brindisi è il lungo Cady Lalanne a quota 24 punti conditi da 9 rimbalzi e 2 stoppate, seguito da Scott Suggs (19 pt + 2 rimbalzi). Dall’altra parte il play-guardia Jason Rich si conferma leader e ne firma 28 con il 66% da 2, mentre un ritrovato Ariel Filloy mette a referto 23 pt e 3 assist.

 

E’ proprio Lalanne con una schiacciata ad aprire i giochi per la formazione di casa, Barber si mette subito in mostra puntando il canestro e fornendo preziosi palloni per i compagni (8 assist tot). Brindisi in punta di piedi tocca la doppia cifra dopo cinque minuti di gioco, mentre Avellino dopo qualche tiro iniziale sbagliato si affida a Rich che ne mette a segno 11 in tre minuti. 27-22 alla fine del primo quarto.

La spunta dall’angolo Ariel Filloy, poi arriva Ndiaye che batte la difesa biancazzurra e firma la parità. I brindisini fanno girare bene la palla in attacco ma scarseggiano nelle realizzazioni, così la Sidigas non resta a guardare e firma un parziale di 14-0 in tre minuti di gioco. Brindisi combatte e prova a rallentare l’azione degli avversari, nell’altra metà campo costruisce triple pesantissime per Suggs prima e Giuri poi sotto gli applausi di un infuocato pubblico di casa. 47-43 all’intervallo.

Rapido alley-oop di Randle per Suggs che allunga il vantaggio, Rich guida i suoi e anche se si realizza poco in lunetta, i biancoverdi fanno tesoro di qualche rimbalzo di troppo concesso da Brindisi e si riportano sul -6. Suggs e Tepic non ci stanno e bucano ancora una volta la retina dalla linea dei tre punti. 64-54 al 30’.

Difesa, azioni d’attacco sporcate e palle recuperate per un capitan Cardillo tutto cuore e grinta; Avellino subisce la buona difesa a zona dei pugliesi ma non demorde e infila pesanti tiri dall’arco. In un batter d’occhio è proprio la Scandone a condurre sul +1 a un minuto dal termine: 1/2 dalla lunetta per Filloy, l’ultima rimessa è per Brindisi che lascia con il fiato sospeso fino al suono della sirena dopo il tap-in di Tepic per l’overtime. Tutto da rifare al 40’ sul 79-79.

I viaggi in lunetta sorridono alla New Basket (10/16 con il 62%), Barber e Suggs non falliscono i tiri da fuori area e si respira quasi aria di vittoria in casa Brindisi, ma ancora Rich e Wells segnano rapidi in contropiede e placano gli animi dei tifosi. Botta e risposta da oltre la linea dei 6,75 tra Lalanne e Rich, ma gli dei del basket premiano i biancazzurri che festeggiano sul +4 finale dopo 45 minuti di pure emozioni e sotto gli occhi della bolgia del PalaPentassuglia.

Prossimo impegno per la Happy Casa sarà lo scontro diretto con Pesaro, anch’essa a quota due punti in classifica per il 15° posto. 5° posizione, invece, per i ragazzi di coach Sacripanti che totalizzano 8 punti e seguono la Fiat Torino.

 

Tabellini

BRINDISI: Mesicek 3, Suggs 19, Tepic 10, Lalanne 24, Cardillo, Giuri 10, Barber 13, Randle 7, Oleka 6, Canavesi ne Sirakov ne, Petracca ne.

AVELLINO: Zerini, Wells 9, Ortner, Fitipaldo 2, Leunen 7, Scrubb 8, Filloy 23, D’Ercole 5, Rich 28, Ndiaye 6, Parlato ne, Mavric ne.