Virtus-Reggio Emilia, al PalaDozza va in scena il derby degli ex

Questa sera alle ore 20.45 il tempio del basket emiliano di Piazza Azzarita ospita il 45º derby tra Virtus Bologna e Pallacanestro Reggiana, dopo che l’ultima sfida tra bianconeri e reggiani nella massima serie decretò la retrocessione in Legadue dei felsinei il 4 maggio 2016.

Diretta TV su Eurosport Player ed Eurosport 2.

QUI VIRTUS BOLOGNA
Le V nere per centrare l’obiettivo Final Eight devono battere i biancorossi e sperare che Trento e Cantù non vincano (sarebbero comunque qualificate in caso di arrivo a cinque a 16 punti). Aradori e Stefano Gentile sono i due ex più recenti, ma anche Alessandro Gentile da piccolo ha vissuto nella Città del Tricolore quando il padre Nando ha indossato la canotta della Reggiana a fine carriera, senza dimenticare che coach Alessandro Ramagli allenò i reggiani nella stagione 2009/10. «Reggio Emilia ha voltato pagina, dopo cinque anni di Serie A in cui ha investito tanto – ha sottolineato il trainer della Segafredo alla vigilia dell’importante match – La sconfitta con Brindisi ha compromesso le loro possibilità di arrivare alla Final Eight di Coppa Italia, ma in assoluto i nostri avversari stanno attraversando un buon momento e verranno qui a giocarsela. Quando perdi male, come è successo a noi ad Avellino, cerchi subito di riscattarti. In questo senso, la cattiveria agonistica è un sentimento naturale, cercheremo tutti di trasformarla in una buona prestazione sul campo».

QUI REGGIO EMILIA
Il k.o. per certi versi inaspettato con Brindisi della scorsa settimana e il primo stop nelle top 16 di EuroCup hanno frenato un po’ l’entusiasmo in casa Grissin Bon, ma il derby è alle porte e un’eventuale successo nel palazzetto che fino alla scorsa stagione ha ospitato diverse partite casalinghe dei reggiani potrebbe dare una nuova iniezione di fiducia al team biancorosso. Rebus Julian Wright: il lungo ex Trento nelle ultime ore ha accusato un forte attacco influenzale e potrebbe non essere della partita, in tal caso potrebbe rientrare in distinta il play spagnolo Llompart (lasciando Nevels in tribuna); si rivedrà anche Cervi, di nuovo utilizzabile dopo il lungo stop per infortunio. «Non è certo un momento semplice per noi – ha ammesso coach Massimiliano Menetti Nell’ultimo periodo non abbiamo mai trovato la continuità che invece vorremmo avere, anche all’interno delle singole partite. E’ stato così con Brindisi e in parte anche a Villeurbanne pur giocando una gara nel complesso solida. Dobbiamo credere maggiormente nelle nostre possibilità, dobbiamo metterle in campo soprattutto in gare come quella di Bologna, nel ‘nostro’ PalaDozza».