Virtus Bologna: Bechi parla della squadra quasi al completo

Curva BolognaL’offerta a Casper Ware, MVP della passata stagione di Legadue, è stata inviata e l’accordo sembra ad un passo.

Dopo che il presidente Villalta si era espresso favorevolmente all’accoppiata di Ware-Hardy, anche Luca Bechi, in un’intervista a Il Resto del Carlino, si è detto sicuri che i due giocatori, possano convivere. Pochi centimetri in più o in meno contano poco: ciò che importa in un giocatore è che sia tosto e non soffice. Ware e Hardy sono due tosti che non hanno paura di prendersi le loro responsabilità e, senza sembrare irriverente nei confronti, possono essere paragonati a Taylor e Goss, due giocatori che a livello di statura non sono stati i primi del campionato, ma che hanno portato in alto Roma. Ci tengo a sottolineare, però, che siamo ancora nel campo delle ipotesi: noi abbiamo fatto la nostra offerta e siamo in attesa che Ware ci risponda. L’arrivo di King a Bologna e il superamento delle visite mediche, ha fatto tirare un sospiro di sollievo a tutti. Intanto posso dire che sta bene e che per essere ancora più pronto lavorerà allTsokinetic con il nostro preparatore in attesa che inizi il raduno. Mi ha raccontato che dopo l’intervento dello scorso anno è rimasto a Nancy e si è allenato con il resto della squadra anche se non ha potuto giocare partite ufficiali perchè il club francese aveva supplito alla sua assenza con un altro giocatore. Diversi sono i nomi sul taccuino. Abbiamo più di una scelta per trovare il cambio di King che presto si metterà al lavoro. Se, come sembra, Ware arriverà, allora mancherà solo il cambio del centro per completare il roster. In realtà la nostra ricerca inizia ora perchè prima non eravamo a conoscenza delle reali condizioni fisiche di King. Cerchiamo un lungo che sia complementare a lui e che possa giocare a fianco dei suoi compagni. Offerte non ne abbiamo ancora fatte a nessuno, anche se stiamo osservando 4-5 atleti. Oggi gli ingaggi sono inferiori rispetto a 10 giorni fa e tra una settimana saranno ancora meno onerosi. Tutte le situazioni sono in evoluzione ma per il momento non siamo stati ancora nelle condizioni di fare una offerta. Lentamente tutte le squadre si stanno completando. Quale è il suo giudizio sulla prossima stagione? Il nostro continerà ad essere un campionato equilibrato. Tutte le squadre si stanno muovendo con grande parsimonia facendo prevalere le idee. Devono ancora essere sistemati diversi tasselli, ma tutti si stanno muovendo nella logica del ‘low profile’ e questo non necessariamente va a scapito del valore delle squadre. Da questo punti di vista voi avete inserito nelle rotazioni tre giovani del vostro settore giovanile. Fontecchio, Imbrò e Landi non sono propriamente ‘low profile’. Sono ragazzi che hanno conquistato la mia stima per quello che hanno fatto nella passata stagione quando sono arrivato. Sono giovani e, quindi, vanno protetti, ma come hanno saputo cogliere le occasioni che gli sono state date, anche quest’anno sapranno guadagnarsi spazio.

 

Sembra quindi in completamento il roster della Virtus, con Akindele prima opzione per cambiare King. Una volta concluso il roster, si dovrà pensare agli “esuberi”, visto che Poeta e Moraschini risultano ancora a contratto e, soprattutto per il play della Nazionale, la situazione è spinosa visto l’alto ingaggio.