Venezia vs Sassari: Il preview.

Tutto pronto per la quarta giornata del campionato 2012 2013 di LegaA, la Reyer ritrova l’abbraccio casalingo nel rinnovato Taliercio ed ospita la capolista Sassari, che dal canto suo è pronta a tutto per iniziare al meglio 2 mesi di fuoco per la sua stagione.

A fare da cornice alla nuova trasferta della Dinamo sarà finalmente il Taliercio, che riapre le porte al pubblico lagunare e pone finalmente la parola fine ai viaggi domenicali dei tifosi della Reyer; ospite migliore non poteva esserci che la capolista Sassari, la Dinamo inaugura una serie di trasferte che diranno molto su quelle che sono le reali ambizioni stagionali degli isolani, con la tripla trasferta in vista fra campionato e coppe che come detto da Sacchetti, costringerà un adeguamento dei carichi di lavoro.
Venezia arriva da una sconfitta contro Pesaro e in questo campionato fatto di sorprese, può vantare una sola risicata vittoria contro Reggio Emilia, la carica del pubblico rappresenterà un arma in più per la squadra di Mazzon che deve ritrovare lo spirito e la freschezza atletica che hanno portato i buoni risultati della passata stagione.
Sassari è alla sua terza stagione in LegaA  e non aveva mai realizzato un tris di vittorie in partenza, l’ultima è ancora impressa negli occhi dei tifosi della Dinamo con la magia di Dreke Diener che ha di fatto segnato un epoca per la squadra biancoblu, coach Sacchetti ha sempre dichiarato che è il caso di preparare una partita alla volta, ma i prossimi due mesi costringeranno la truppa sassarese a guardare più in la dei canonici 7 giorni; ora la doppia trasferta di Venezia e Pesaro poi il ritorno fra le mura amiche contro brindisi e a seguire la partenza dell’avventura in Eurocup con in mezzo in 7 giorni a partire da netà novembre un  altro trittico di trasferte con Orleans, Varese e Stella Rossa.
Coach Sacchetti è stato chiaro in conferenza stampa, per battere la Reyer bisogna evitare di giocare a difesa schierata data la prestanza fisica sotto canestro; sarà quindi questa la chiave tattica della gara, con la Dinamo che seppur con un occhio al calendario, dovrà improntare la partita su un ritmo elevato.
Mazzon conosce gli avversari piuttosto bene, DINAMO e REYER si sono affrontate in precampionato proprio a Sassari con una risicata vittoria per i padroni di casa, il Banco in quell’occasione potè finalmente schierare la squadra al completo dato l’arrivo di Ignerski, cosa che non potè fare l’Umana con Szweczyk; proprio le due ali polacche daranno vita ad un bel duello, entrambi mobili sul perimetro ma comunque capaci di giocare in post basso, seppur abituati a darsi il cinque in nazionale dovranno impegnarsi al massimo da avversari; interessante anche la sfida fra le ali piccole, con Diawara che si ritroverà a sfruttare contro Thornton una condizione di vantaggio dal punto di vista fisico e atletico,l’esperto Bootsy però non si farà certamente spaventare, alla fine di Dinamo vs Cantù ha dichiarato chiaro e tondo che per lui l’importante è difendere in maniera corretta, è lì che vuole fare al massimo il suo dovere in campo dato che le bocche di fuoco per i biancoblu sono diverse.
Proprio la difesa sarà l’argomento più interessante di cui si parlerà durante la partita, come detto in precedenza il coach della Dinamo Sacchetti vuole impostare la partita su ritmi veloci al fine di impedire a Williams Fantoni e Marconato, di poter presidiare l’area pitturata, per poter però sviluppare una tattica del genere è fondamentale difendere bene, recuperare palloni e soprattutto recuperare rimbalzi per aprire il contropiede, ecco perché per la Dinamo sia lo stesso Ignerski sia Easley dovranno fare gli straordinari al fine di creare rapide rièartenze e impedire lo schieramento della difesa oro granata.
Il gioco di Mazzon comunque non prevede una schematicità esagerata e le doti atletiche dei giocatori di casa possono comunque reggere l’impatto Sassarese, sarà quindi importante l’apporto degli esterni; la Dinamo si coccola affettuosamente la coppia dei cugini Diener, con Drake che dimostra ogni volta di più di essere un manuale vivente di pallacanestro e Travis che nonostante non abbia ancora trovato la forma migliore è pressoché determinante per le sorti di Sassari, in attesa del passaporto italiano, in questo momento primeggia in tutte le classifiche di Lega per quanto concerne gli assist e ha dimostrato, una crescita difensiva che sarà fondamentale per reggere le incursioni di Clark. Proprio il folletto Americano\Bulgaro ha dimostrato a Sassari quanto possa essere letale se trova la giornata giusta al tiro, difatti proprio in Sardegna ha realizzato quasi 50 punti in amichevole contro il Dnipro.  I temi tattici saranno diversi e avranno un ruolo fondamentale i compenenti della panchina, la Reyer ha diverse soluzioni a disposizione e l’ingresso di Bulleri ha permesso di avere una opzione in più sul penetra e scarica che accoppiata con la presenza di Zoroski in campo può essere davvero pericolosa, sarà interessante però vedere come il Bullo, verrà accolto in Maglia oro granata al Taliercio. La Dinamo ha giocato e vinto qua l’ultima volta quando entrambe le squadre erano in LegaDue e oggi come allora il capitano dei Sassaresi è proprio un lagunare, vale a dire Vanuzzo, nella passata stagione invece 1 vittoria casalinga a testa, con i Veneti che all’andata vinsero agevolmete, ma che al ritorno dovettero fare i conti con il momento migliore di forma di Sassari e con una stanchezza fisica non indifferente. Ora però si pensa al presente e domani alle ore 18:15 al Talierco di Venezia, i signori Cicoria, Quacci e Borgioni dirigeranno la quarta giornata di campionato fra l’Umana Reyer Venezia e la Dinamo Banco di Sardegna Sassari, appuntamento per I tifosi sardi sugli schermi di Videlina che trasmetterà in diretta l’incontro.
Saranno presenti al Taliercio anche una piccola comitiva di tifosi isolani, il restyling dell’impianto ha costretto gli addetti ai lavori a porre delle barriere di plexigas per il settore ospite, la speranza è che non condizionino troppo la visuale di coloro che si sobbercheranno un bel po’ di chilometri per tifare la propria squadra del cuore e che, come dimostra la coppa disciplina vinta dal pubblico sardo, non meritano di essere considerati una minaccia.

La Dinamo per continuare il volo
La Reyer per onorare al meglio il rientro a casa.