Venezia sbanca Avellino grazie a Filloy. È 2-2 nella serie.

ariel filloy reyer venezia 2017-05-14

L’Umana Reyer Venezia espugna il PalaDelMauro 73-75 e impatta la serie di semifinale scudetto sul 2-2 contro la Sidigas Scandone Avellino. Un canestro di Ariel Filloy a 11” dalla fine del match ha consegnato la vittoria agli oro-granata che hanno poi saputo difendere bene sull’ultimo assalto bianco-verde. Un match che Venezia doveva vincere per non andare sotto 1-3 nella serie e quindi rischiare l’eliminazione: gli uomini di Walter De Raffaele hanno comandato sul+13 al 21′, 30-43, ma la Scandone ha avuto una veemente reazione guidata da Joe Ragland, 40-43 al 25′. Avellino passa in vantaggio in apertura di ultimo quarto con Thomas, ma Venezia grazie alla buona prestazione dall’arco di Bramos e il canestro decisivo di Filloy, ha potuto alla fine esultare. Sabato alle 18:30 gara 5 al PalaTaliercio.

CRONACA_ Nessuna novità nei roster rispetto alle ultime due gare. A inizio match Fesenko si fa notare in difesa per due stoppate, Venezia però non si abbatte e Stone la porta sul 4-9 al 4′. La Scandone risponde con Ragland, il solito Fesenko e Logan per il 15-9 dopo 8′, time-out Reyer. Arriva la reazione veneziana con Bramos e Filloy sugli scudi per un 2-13 di break condito di buona difesa, 17-22 dopo il primo quarto. Ritmi più bassi rispetto al primo quarto con vari errori nei primi 3′, cinque punti di Tonut illuminano l’inizio del secondo periodo con la Reyer che va sul +8, 19-27 al 14′, time-out Sacripanti. Ejim mette il +10, Fesenko sotto canestro è ossigeno puro per il -6 Scandone, ma Venezia con un break di 0-7 grazie a un solido Batista e la tripla di Tonut arriva al massimo vantaggio, +13, 27-40 al 19′, time-out Avellino. La tripla di Leunen riaccende le speranze bianco-verdi per il 30-40 all’intervallo.
Si rientra dagli spogliatoi, la tripla di Bramos riporta il +13 veneziano, ma nel miglior momento della Reyer la squadra irpina reagisce con importanti liberi guadagnati da Ragland e Fesenko, Venezia sbatte contro la difesa avellinese e subisce la reazione bianco-verde, 40-43 al 25′, time-out De Raffaele. Subito 5-0 di break Reyer, ma Randolph e Logan non ci stanno e Avellino va sul -1, 47-48 al 27′. La partita è tesissima per la posta in palio, Haynes mette la bomba del +6 Reyer prima dei liberi di Ragland che chiude il terzo periodo sul 52-56 a favore degli ospiti. Ultimo quarto. Si accende un finora evanescente Adonis Thomas per la Scandone che porta i padroni di casa sul +1, 59-58 al 32′. Poi è il turno di Peric che dà il nuovo vantaggio per i viaggianti, 59-62 a 6’31” dalla fine. Venezia va già in bonus di falli a 5’39” dalla fine, Avellino ringrazia e pareggia sul 62-62 con i liberi di Leunen. Due triple di Bramos, e una di McGee, danno un +5 importante per la Reyer a 2’50” dalla fine, 66-71. Green ai liberi mette il -3 Avellino, poi Peric in entrata dà il +5 Reyer, 68-73 a 1’43”. La Scandone perde palla nell’azione successiva, poi Ejim sbaglia da tre il canestro della staffa, Leunen a 1′ dalla fine piazza la tripla del -2, 71-73, time-out Venezia. Peric sbaglia la penetrazione, Fesenko in post basso batte Ejim e mette il 73-73 a 31”66 dalla fine. Ci pensa a quel punto Ariel Filloy con il canestro a 11” scarsi a mettere il canestro della vittoria veneziana, Avellino non riesce a rispondere complice anche la difesa reyerina. 73-75, è vittoria Venezia, la serie è sul 2-2.

MVP BasketItaly.it: Michael Bramos.

Sidigas Scandone Avellino – Umana Reyer Venezia 73-75 (17-22; 30-40; 52-56)

Avellino: Zerini 2, Ragland 17, Green 2, Logan 14, Esposito n.e., Leunen 10, Cusin 5, Severini, Randolph 2, Fesenko 12, Thomas 5, Parlato n.e. All. Stefano Sacripanti.

Venezia: Haynes 5, Ejim 8, Peric 10, Stone 3, Bramos 15, Tonut 8, Ambrosin n.e., Filloy 9, Ress 1, Batista 6, Viggiano n.e., McGee 10. All. Walter De Raffaele.

Arbitri: Enrico Sabetta, Maurizio Biggi e Alessandro Vicino.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata