Venezia rimonta Caserta e sbanca il PalaMaggiò 58-61 in un finale rocambolesco

Reyer Venezia, 2017-03-19

Quarta vittoria consecutiva per l’Umana Reyer Venezia in campionato e secondo posto in classifica rafforzato, espugnato il PalaMaggiò di Pezza delle Noci 58-61 in un finale sconsigliato ai deboli di cuore. Per la Pasta Reggia JuveCaserta si tratta della sesta sconfitta di fila, ma la squadra di coach Dell’Agnello ha di che da recriminare. E’ stato un match pieno di errori (compresi quelli arbitrali) per le due squadre dove Venezia più che sufficiente l’ha spuntata: la Juve ha dominato fino al 22′ sul 40-23, poi la Reyer è uscita dalle corde con un break di 24-4 ribaltando l’incontro per il 44-47 dopo 30′. Nell’ultimo periodo Caserta sembrava avere l’inerzia dalla sua grazie a un ottimo Mitchell Watt (17+11rim.+6 falli subiti per 28 di valutazione), ma alcune scelte discutibili della squadra bianco-nera hanno dato il là agli avversari per vincere il match grazie ai liberi di Peric e di McGee. Prossimo impegno di campionato per Caserta settimana prossima al PalaGeorge di Montichiari contro la Germani Leonessa Brescia. Venezia invece, dopo l’incontro di Champions League valido per il ritorno dei Quarti di Finale mercoledì al PalaTaliercio contro il Pinar Karsiyaka, avrà il prossimo match di campionato nel posticipo di lunedì prossimo sempre al PalaTaliercio contro la Sidigas Scandone Avellino.

CRONACA_ Per Venezia torna a referto dopo più di due mesi Stefano Tonut, ancora assente Batista. Dopo lo 0-5 iniziale di Venezia, contro-break della Juve di 8-0 firmato Watt, Giuri e Diawara, 8-5 dopo 5′, time-out chiamato da un arrabbiatissimo De Raffaele. Venezia fatica terribilmente contro la difesa di Caserta che grazie a Putney va sul 14-7 dopo 7′. La tripla di Haynes fa respirare gli ospiti, ma i bianco-neri colpiscono ancora con Diawara, Putney e un Watt implacabile sotto le plance per il 21-10 al 9′, la tripla di Ejim chiude il primo quarto a favore di Caserta per 21-13, 33 a 4 di valutazione. Nel secondo quarto dopo 3′ solo un canestro di Haynes muove le retine. La Juve si sblocca con Bostic da tre che porta la Juve sul +9 prima del canestro di Peric per il 24-17 dopo 15′, time-out Caserta. Venezia gioca con troppa leggerezza sulle due metà campo, e per Caserta basta poco per punirla con un 6-0 di break per il massimo vantaggio casalingo, 31-17 dopo 17′. I liberi di Peric e McGee smuovono il punteggio per la Reyer che va a -8 con un canestro in attacco di Viggiano, Giuri però chiude il primo tempo per il 33-23 a favore della Juve.
Si rientra dagli spogliatoi, Caserta continua a giocare con il piglio giusto grazie a un Watt ottimo sotto le plance e la tripla di Giuri, massimo vantaggio per il 40-23 dopo 22′, time-out Venezia. Gli ospiti ci mettono una pezza con le bombe di Bramos e McGee per il -11, Ejim in contropiede dà il -10, 41-31 al 25′, time-out Dell’Agnello che capisce il momento di difficoltà della sua compagine. Venezia sembra proprio essersi ripresa con un atteggiamento diverso rispetto al primo tempo: Ortner, Haynes e Bramos la portano sul -1, 41-40 dopo 17′, time-out Juve. Bramos ai liberi spreca la possibilità del sorpasso, Gaddefors con la bomba mette il +4, ma la Reyer chiude il terzo quarto permettendo poco alla Juve con un break di 0-7 grazie a Filloy, Ejim e Ress. 44-47 dopo 30′. Ultimo quarto. Bostic con due triple inframezzate dai liberi di Filloy ribalta il punteggio, poi McGee impatta con la bomba per il 52-52 a 4’16” dal termine. Watt decide di prendersi la scena con 5 punti consecutivi e diventa un fattore in difesa per il 57-54 a 2’04”. Dopo un infrazione di passi chiamata a Putney, De Raffaele chiama time-out a 1’30”. Peric commette infrazione di passi a 1’18”, Watt sbaglia dall’altra parte e si entra nell’ultimo minuto di gioco: la Reyer sbaglia con Peric da sotto ed Ejim commette fallo, il suo 5° personale, su Watt che ai liberi fa ½ a 49”59 dalla sirena finale, 58-54. Bramos mette la tripla del -1, poi Bostic perde palla commettendo, secondo gli arbitri, antisportivo su Peric tra le proteste vibranti del pubblico di casa. Il croato dalla lunetta fa 2/2 a 15”27 dalla fine, sorpasso Reyer, 58-59. Sulla rimessa oro-granata, Haynes commette fallo offensivo su Giuri. Dell’Agnello chiama time-out per l’ultima azione decisiva dei padroni di casa. Berisha però perde palla con Stone a intercettare, McGee corre in contropiede e subisce fallo. Ai liberi fa 2/2, 58-61. Bostic con il tiro da oltre metà campo non centra nemmeno il ferro. Finisce 58-61.

MVP BasketItaly.it: Tyrus McGee.

Pasta Reggia JuveCaserta – Umana Reyer Venezia 58–61 (21-13; 33-23; 44-47)

Caserta: Berisha, Riccio n.e., Diawara 7, Cinciarini, Ventrone n.e., Putney 8, Gaddefors 5, Giuri 9, Bostic 12, Cefarelli n.e., Watt 17, Johnson n.e. All. Sandro Dell’Agnello.

Venezia: Haynes 7, Ejim 7, Peric 10, Stone 3, Bramos 9, Tonut n.e., Visconti n.e., Filloy 5, Ress 2, Ortner 6, Viggiano 2, McGee 10. All. Walter De Raffaele.

Arbitri: Massimiliano Filippini, Emanuele Aronne e Matteo Boninsegna.

BasketItaly.it – Riproduzione riservata