Venezia con un super Smith sbanca Roma e si avvicina alle Final Eight

Reyer Venezia - Sutor Montegranaro - Andre Smith segnaLa Reyer espugna il PalaTiziano per 87-92 e, complici i risultati dai campi di Cremona e Siena con le sconfitte di Caserta e Varese, se domenica prossima riuscisse a battere Pesaro nell’ultima di andata è alle Final Eight di Coppa Italia.

Una partita dove la Reyer dal 7′ in poi è sempre stata davanti. +16 a inizio secondo quarto, poi continuo elastico per tutta la partita fino al finale dove Venezia l’ha portata a casa ma ha rischiato di buttarla subendo un 10-0 di parziale nell’ultimo minuto. Protagonista nella vittoria della squadra orogranata Andre Smith, 32 punti con 9/15 da tre e 12 rimbalzi. In doppia cifra anche Luca Vitali, 15+8 assist ma 6 palle perse, Donell Taylor con 17 e Hrvoje Peric con 11. Per Roma non sono bastati i 20 punti della coppia Jordan Taylor e Quinton Hosley.

 

Per la Virtus Roma domenica prossima trasferta al PalaWhirlpool di Varese contro la Cimberio, mentre Venezia sarà appunto impegnata al PalaTaliercio contro la Victoria Libertas Pesaro del tanto atteso ex Alvin Young.
 
Cronaca in breve:
 
Per Roma partono in quintetto Taylor, Goss, Hosley, Jones e Mbakwe. Venezia risponde con Vitali, Taylor, il rientrante Rosselli, Smith ed Easley .
 
Prima dell’inizio striscione della curva romana dedicato al compleanno del compianto Davide Ancilotto.
L’avvio è di marca veneziana con la tripla di Donell Taylor ( 2-4 dopo 3′), ma Roma risponde con un parziale di 8-0, Goss e Jones protagonisti. 10-4 dopo 6′ per i capitolini, time-out immediato di Markovski. Al rientro in campo è subito pareggio Reyer con le bombe di Vitali e Smith (10-10 al 6′). L’equilibrio continua con il canestro di Magro appena entrato (14-14 al 7′). Poi ci pensa Andre Smith con due tripla consecutive a far decollare la Reyer, il time-out stavolta è chiamato da Dalmonte (14-20 dopo 8′). Ancora Smith la mette dai 6,75m (13 punti a segno nel solo primo quarto). Moraschini fa 2/2 dalla lunetta, ma Vitali con la bomba chiude il quarto sul 16-26 a favore dei viaggianti. Sette triple a segno su dieci tentativi per i lagunari dopo 10′.
 
Ancora Vitali va a segno a inizio secondo quarto con un jumper dalla media, +12 per la Reyer. Roma in difficoltà, la Reyer ne approfitta pungendola ancora con i canestri di Peric e Linhart da sotto. 16-32 dopo 13′, Roma in totale blackout. Dalmonte chiama time-out per cercare di dare la sveglia. E il suo intento riesce, 6-0 di parziale romano con le triple di D’Ercole e Hosley, il time-out lo chiama Markovski (22-32 a 5’45” dalla fine del secondo quarto). Di nuovo in campo, spettacolo da Nba da ambo le parti: prima la splendida schiacciata su rimbalzo di Hosley, risponde Peric con stacco imperioso. Hosley e Jordan Taylor a segno dai 6,75m danno il -6 per i capitolini ma subito D. Taylor li ricaccia indietro con la stessa moneta (32-41 al 17′). Markovski concede spazio al giovane Zennaro . L’elastico tra le due contendenti continua fino al termine del quarto chiuso dalla tripla di J. Taylor e dal canestro in allungo di Peric sul settimo assist personale di Vitali. 41-48 dopo 20′.
 
Il Taylor “romano” apre il secondo tempo da sotto, gli risponde Peric con 2/2 ai liberi. Roma si porta a -3 con Goss ma Smith la ricaccia indietro con 5 punti consecutivi (47-55 dopo 25′). Venezia ricomincia a macinare gioco e punti andando sul +13 con la bimane di Easley. Time-out di Dalmonte sul 49-62 a 4’07” dalla fine del quarto. Roma si porta sul -7 con le triple di Hosley e Goss, poi Akele, splendido l’apporto del giovane, e Linhart riportano la doppia cifra di vantaggio (59-69 al 29′). Dopo il canestro di Goss, sulla sirena del quarto tripla su tabella di Luca Vitali per il 61-72 prima dell’ultimo quarto.
 
Ancora bombe della Reyer a cominciare gli ultimi 10 minuti con Smith protagonista di due consecutive che fanno volare la Reyer sul +17 (61-78 dopo 32′). Roma prova a ricucire con un 4-0 di parziale con canestri di Baron e Taylor, Markovski chiama immediatamente time-out (65-78 a 6’27” dalla fine). Smith è infermabile, prima va segno su ripetuti rimbalzi, poi mette la sua nona tripla personale dall’angolo per il 69-82 a 2’56” dalla fine. Dopo una pausa causa infortunio di Hosley (botta alla testa), la Virtus non si arrende con il 2+1 di Jones (canestro + libero realizzato) e  l’appoggio di J. Taylor (76-85 a 1’50” dalla fine). Il match sembra chiuso con il tiro fallito da Bobby Jones in contropiede e il quinto fallo di Goss su Vitali che dalla lunetta non sbaglia (77-89 a poco meno di 40” dalla fine). Ma Roma, con un incredibile parziale di 10-0, riapre una partita che sembrava totalmente chiusa portandosi a -2 a 5” dalla fine. Donell Taylor con canestro e fallo subito fa tirare un sospiro di sollievo ai tifosi lagunari. Finisce così 87-92 con i venti tifosi orogranata giunti nella capitale che possono esultare per la vittoria.
 
Acea Virtus Roma – Umana Reyer Venezia 87-92 ( 16-26; 41-48; 61-72)
 
Roma: Goss 13, Jones 16, Tonolli n.e., Righetti n.e., D’Ercole 3, Taylor 20, Eziukwu , Hosley 20, Alviti , Baron 2, Moraschini 5, Mbakwe 8.
 
Venezia: Peric 11, Zennaro , Rosselli , Linhart 5, Vitali 15, Taylor 17, Smith 32,  Akele 4, Magro 2, Easley 6.
 
Mvp: Andre Smith.
 
Arbitri: Begnis, Baldini e Ranaudo.
 
BasketItaly.it ©, Riproduzione riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *