Venezia allunga la serie, si ritorna a Varese

Non ci sarà nessuno “sweep” in questa serie play-off della prima classificata sull’ottava. Venezia,  grazie a un primo tempo devastante tutto cuore e grinta concluso sul 52 a 33, vince il quarto atto della serie, portandosi sull’1 a 3.

I meriti della squadra oro-granata vanno ad attribuire principalmente a Clark, autore di 18 punti e ben 8 assist, Young con 16 e Diawara con 14. In casa varesina non bastano i 14 punti e 9 rimbalzi di Dunston e i 15 di Sakota.

Sabato 18 Maggio il quinto atto della sfida. Si ritorna a Masnago. Altro match-ball per Varese nell’aggiudicarsi un posto in semifinale, per Venezia altra possibilità di riaprire la serie.

Cronaca: Per Varese Polonara disponibile, sostituisce Sakota in quintetto. In casa lagunare tutti disponibili, compreso Daniele Magro nonostante i problemi alla spalla. 

Inizia il match con canestro di Banks replicato da Diawara con unlibero e Szewczyk da sotto. Varese prova il primo allungo con la schiacciata di Dunston (3-9 dopo 3′), Szewczyk e Clark con le triple ristabiliscono la parità. Ancora Clark, dimostrando di essere tutt’altro giocatore rispetto a due giorni prima, segna altri 5 punti consecutivi facendo chiamare il primo time-out a Vitucci (14-9 dopo 4’33”). Al rientro in campo Venezia continua il suo momento magico, con un 7 a 0 di parziale protagonista Alvin Young lanciando la Reyer sul +12 (21-9 dopo 7′). Banks rompe il break 18-2 con una penetrazione dall’area. Sakota segna dall’arco, poi ancora Young riporta la squadra in doppia cifra di vantaggio (25-14 all’8′). Dunston commette il suo secondo fallo personale. Dopo il canestro dall’area di Sakota, Bowers con i liberi chiude la prima frazione sul 31-18 per la squadra veneziana.

Ancora l’ex Caserta e Diawara con la schiacciata in contropiede danno il +17 (35-18 dopo 11′), Banks e Rush riducono le distanze. Ma Venezia ritorna a macinare terreno, grazie a recuperi e forzature degli avversari con un parziale di 8 a 0, andando su un sorprendente +21. Ere con la tripla riduce il divario. A 3’45” dalla fine del quarto sul 45-27, dopo un alley-oop sbagliato Green per Talts, Vitucci esasperato richiama un nuovo time-out. Talts con la tripla e Ere da sotto riportano sotto i bianco-rossi, buon momento per Varese (45-33 dopo 18′). Venezia reagisce, chiudendo il quarto con il 7 a 0 di parziale firmato Szewczyk, Diawara con la schiacciata in contropiede e tre liberi di Young su tre tentativi ricacciando indietro Varese, compresa una stoppata di Rosselli su Banks sul finire di frazione. Squadre negli spogliatoi sul 53-33 per la squadra di casa. 

Il rientro in campo viene ritardato causa un lancio di carta igienica dei tifosi veneziani, ripetendo il gesto avvenuto l’anno scorso dell’inizio gara contro Siena al PalaVerde. Hubalek apre le marcature della ripresa con una tripla per il massimo vantaggio della squadra di casa. Green si sblocca dal campo cercando di cambiare l’inerzia tutta a favore dei padroni di casa. Venezia a 6’32” dalla fine va già in bonus nei falli con il terzo personale chiamato sia a Clark che Young. Hubalek e lo stesso Young, dopo il canestro di Polonara, segnano entrambi la tripla riportando Venezia sul + 22. Quarto fallo chiamato a Ere a 3’53” dalla fine del quarto. Dunston, autore di 6 punti di fila nel pitturato e Green riducono il divario, Mazzon spende il primo time-out (67-51 al 27’36”). Bulleri fa ritrovare fiducia ai tifosi veneziani con canestro in penetrazione subendo fallo da Dunston, il terzo del pivot del varesino,e convertendo il libero. Sulla sirena dei 24” Diawara segna la tripla allo scadere, poi non riesce a convertire l’ultimo possesso. 73-53 prima dell’inizio dell’ultima frazione.

Al ritorno in campo è De Nicolao a sbloccare la retina dal campo dopo successivi sbagli da entrambe le parti. Vien chiamato il quarto fallo a Clark e a 7’40” dalla fine e Venezia è già in bonus di falli. Dopo aver segnato un solo libero, Ere lascia il campo per il suo quinto fallo personale. Clark dalla linea della carità, realizza entrambi i liberi. (75-57 dopo 33′). Dopo la tripla di Sakota, Diawara è protagonista in negativo, prima sbagliando i liberi, poi commettendo infrazione di passi. Vitucci chiama time-out (75-60 a 5’36” dal termine). Sakota su rimbalzo d’attacco e Talts con la schiacciata in contropiede portano sul -11 i lombardi. Mazzon chiama time-out per fermare l’emorragia a 4’53” dalla fine del match. Venezia si ritrova prima coi liberi di Rosselli, poi col semi-gancio di Szewczyk, ma Varese non molla con la terza tripla di Sakota a cui replica Young dai 6,75m. Ancora Sakota a 2’24” riduce le distanze per la Cimberio, poi dopo la palla persa per accompagnata a Cerella. Vitucci chiama time-out a 2’07” sul 84-71 per Venezia. Ma non si segnerà più, a parte un libero di Cerella. Finisce proprio 84-71.

Mvp: Keydren Kentrell Clark. Due giorni prima il peggiore in campo e criticato aspramente per il rendimento, stasera il migliore sul parquet. 18 punti, 4 rimbalzi e 8 assistenze per 25 di valutazione.

Umana Venezia – Cimberio Varese 84-72 ( 31-18 ;  52-33 ;  73-53 )

Venezia: Clark 18 , Young 16 , Diawara 14 , Hubalek 6 , Szewczyk 11 ; Rosselli 6 , Bowers 8 , Marconato 2  , Bulleri 3 , Candussi 0 , Magro 0 , Zoroski  n.e. . 

Varese: Green 11 , Banks 12 , Ere 8 , Polonara 2 , Dunston 14  ; Rush 0 , Sakota 15 , Talts 5 , De Nicolao 2 , Cerella 3 , Bertoglio n.e. , Balanzoni n.e. . 

 

BasketItaly.it ©, Riproduzione riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *