Varese vola: vittoria a Caserta e primato in solitaria

La Cimberio Varese espugna il PalaMaggiò di Caserta per 56-73, e conquista il primato solitario in classifica a punteggio pieno, visto la concomitante sorprendente sconfitta interna di Sassari con Brindisi. Terzo sigillo esterno per la squadra di Frank Vitucci dopo le vittorie a Brindis,i ed in quel di Bologna. La formazione casertana, invece, rimane a quota quattro in classifica, e perde la propria imbattibilità interna dopo le vittorie su Cremona e Montegranaro.  Il risultato finale di +17 per gli ospiti però è troppo punitivo nei confronti degli uomini di Sacripanti, che ancorati alla propria strenua difesa sono rimasti in partita fino al 35’, quando il punteggio del tabellone recitava 53-56 in favore degli ospiti. Caserta, però priva del play (ancora non è arrivato il sostituto di Wise per le note vicende societarie) ha perso dopo appena dopo due minuti di gioco anche la guardia americana Chatfield , e successivamente anche il lungo Michelori sempre per infortunio, è arrivata a corto di fiato ed energia negli ultimi cinque minuti. Infortuni causati da un campo di gioco incredibilmente scivoloso, infatti nel finale di gara Sacripanti, prima si è scusato con gli avversari per le pessime condizioni del campo di gioco, poi si è lamentato per i due infortuni di Chatfield e Michelori, che hanno ridotto all’osso le rotazioni a disposizione del coach. Però per onore del vero il campo che rendeva precario l’equilibrio dei giocatori sul parquet non ha permesso a Varese di poter sviluppare il suo gioco in velocità. Uomo partita tra le fila della capolista è stato uno strepitoso Polonara autore di 22 punti (6/11 da due e 3/5 dalla linea dei tre punti)  con 7 rimbalzi catturati per un 21 di valutazione finale. Buone la prestazione tra le fila varesine anche della guardia Banks, e del lungo Dunston (11 p+ 6r), seppure quest’ultimo è stato solo 23 minuti in campo perché limitato dai falli. Tra le fila casertane i migliori sono stati un ottimo Mordente, ed il lungo serbo Jelovac.

Varese parte meglio dai bocchi di partenza, i lombardi con una bomba di Banks ed un gioco da tre punti di Dunston si portano a condurre sullo  0-6 al 2’. Il primo canestro casertano dopo due minuti e mezzo porta la firma di Jelovac dalla lunga distanza (3-6). Il primo quarto scivola avanti con gli uomini di Vitucci sempre a condurre, grazie le iniziative vicino al canestro di Dunston, che raggiungono il massimo vantaggio sul +8 (9-17 al 8’). Caserta con un contro break di 10-2, ispirato da 8 punti di Mordente (2 triple per l’ex Milano), impatta alla fine del primo quarto a quota 19. Ad inizio seconda frazione i casertani trovano il primo vantaggio dell’incontro (23-21 al 13’), e coach Vitucci chiama il suo primo time-out dell’incontro. Si iscrive alla partita l’ex di giornata Ere (5 punti in fila), Varese piazza un parziale di 0-7, e ritorna avanti sul 23-28 al 15’. Caserta prova a ricucire lo strappo trascinata da Mordente (31-34 al 18’), ma un grande Polonara (12 punti nella prima parte di gara) con due bombe in fila regala il +6 ai biancorossi a metà gara (34-40 al 20’). Al rientro dagli spogliatoi entra in partita per i casertani il lituano Jonusas (39-42 al 22’), poi però la squadra lombarda con le iniziative del duo Green-Polonara (5 punti a testa) trova il nuovo massimo vantaggio sul +9 (43-52 al 26’). All’uscita dal time-out del coach di casa Sacripanti, Jonusas (molto positivo in attacco nel terzo quarto) va a segno dalla lunga distanza (46-52), poi per entrambe le squadre si raffreddano le mani inattacco, e si entra nell’ultimo minuto della frazione sempre sul 46-52. Jelovac va a segno con due liberi, gli risponde dall’altra parte Dunston con una prepotente schiacciata, dopo un gioco a due con Green, e così alla fine del terzo quarto Varese conserva le sei lunghezze di vantaggio che aveva all’intervallo (48-54 al 30’). Il quarto finale si apre con un altro canestro di Dunston (48-56), poi Caserta con una grande difesa e le iniziative in attacco di Akindele ritorna ad un possesso di svantaggio (53-56 al 34’). De Nicolao colpisce da tre e quattro punti in fila di Banks in un amen danno il vantaggio in doppia cifra agli ospiti (53-63 al 36’). Sarà il break decisivo per la squadra lombarda, che nel finale dilaga, ma il punteggio va oltre i demeriti della squadra bianconera casertana.

JuveCaserta-Cimberio Varese 56-73 (19-19, 34-40, 46-52)

Caserta: Maresca 7, Jonusas 8, Mordente 13, Akindele 9, Gentile 2, Cefarelli 2, Jelovac 15

Varese: Banks 15, Talts 4, Rush 2, Green 10, De Nicolao 3, Ere 6, Polonara 22, Dunston 11

Mvp: Achille Polonara