Varese passa a Caserta e rilancia le proprie ambizioni play-off

La Cimberio Varese espugna il PalaMaggiò  di Caserta battendo i padroni di casa della Otto per 87-91. Con questa importante vittoria esterna gli uomini di Recalcati agganciano a quota 22 in zona play-off la Scavolini-Siviglia Pesaro e la Sidigas Avellino,

e riscattano la doppia sconfitta in campionato pre final-eight di Coppa Italia. Per la Otto Caserta sconfitta interna, la seconda di fila dopo quella contro Siena, che complica quasi irrimediabilmente la corsa dei bianconeri, a quota 18 punti in classifica, alla zona play-off. La svolta della partita ci è stata sul finire del secondo quarto, quando Caserta si è ritrovata avanti di 15 lunghezze e Varese negli stessi minuti perdeva per infortunio la sua punta di diamante Diawara, messo ko da una botta al ginocchio procuratasi fortuitamente con il compagno di squadra Reati. La truppa varesina, invece di sbragare, ha cominciato una lenta ed inesorabile rimonta che l’ha porta alla vittoria. Uomo partita per i varesini è stato il lettone Kristian Kangur con 23 punti (4/6 da due e 4/7 da tre) e 5 rimbalzi nel proprio score. Buone le prestazioni in casa Cimberio dei due registi Rannikko (16 punti con il 3/4 da due e 2/4 da tre) e Stipcevic (11 punti) e del lungo Fajardo (12 punti e 7 rimbalzi). Ancora sottotono per i biancorossi lombardi la guardia Usa Tony Weeden. A nulla è servita alla Otto Caserta la prova di un Charlie Bell finalmente convincente ed autore di una prestazione degna della sua fama di guardia che per anni ha calcato da protagonista i parquet del Nba. Per la guardia americana 31 punti a referto con ottime percentuali al tiro (6/9 da due, 5/9 da tre e 4/4 ai liberi). Doppia cifra per punti realizzati in casa casertana anche per i soliti Smith (17), Collins (12) e Righetti (10). Ancora male il lungo Fletcher molto lontano per rendimento dal giocatore apprezzato nella prima parte di stagione.

 

Caserta parte subito forte con due tiri dall’arco di Charlie Bell (10-2 al 3’), e sulle pieghe finali primo quarto con una tripla di Collins raggiunge il massimo vantaggio sul +12 (23-11 al 9’). Nell’ultimo minuto del quarto con un parziale di 0-5 Varese rientra sul -7 (23-16 al 10’). I varesini con un canestro di Ranniko da due, si portano al minimo svantaggio sul -4 al 13’ (26-22), e sembrano rientrare in partita. Invece Caserta piazza un break di 14-3 e raggiunge il massimo vantaggio sul +15 (40-25 al 16’), mentre tra le fila lombarde si infortuna Diawara, che non farà più ritorno in campo. Si va all’intervallo lungo con Varese, che dimezza il suo svantaggio (47-39 al 20’), grazie i punti di Ganeto dalla panchina ed i liberi di Rannikko. Nel terzo quarto l’attacco di Caserta è Bell dipendente che sigla tutti i punti di Caserta fino al 59-59 del 29’, con Varese che con un maggiore gioco corale e di squadra rientra completamente in partita. Quattro punti del lungo casertano Stipanovic, ed la terza frazione va in archivio con la Otto ancora avanti sul 63-60. Gli uomini di Sacripanti riescono a mantenere la testa avanti fino al 72-69 del 35’, poi Varese piazza un break di 0-10 (72-79 al 37’), grazie uno scatenato Kangur. Caserta prova a rientrare in partita in un concitatissimo finale (87-88), ma poi Varese riesce a portare la contesa a casa.

Otto Caserta-Cimberio Varese 87-91 (23-16, 47-39, 63-60)

Caserta: Bell 31, Smith 17, Collins 12, Righetti 10, Fletcher 2, Doonerkamp 2, Stipanovic 8, Maresca 5

Varese: Kangur 23, Rannikko 16, Fajardo 12, Stipcevic 11, Ganeto 9, Diawara 7, Talts 6, Weeden 4, Reati 2, De Martini 1