Varese lotta ma l’Olimpia è troppo profonda e conquista il derby

Awudu Abass 5-10-2016

L’Olimpia Milano continua la sua striscia vincente (sesta vittoria tra campionato e coppe) vincendo 79-71 contro una Varese che lotta con le unghie ma è costretta ad arrendersi.
Se Varese lotta è grazie alla presenza di Pelle (7 stoppate e cancellato più volte Raduljica) che si fa sentire con il suo straordinario atletismo, ma anche grazie alle triple di Avramovic che nel primo tempo ha ripetutamente punito la difesa milanese chiudendo con 19 punti e 4 assist.
Ma Milano è lunga e profonda, e se stecca Kruno Simon ecco arrivare dalla panchina Awudu Abass che con 15 punti e due recuperi crea l’allungo milanese del secondo quarto che poi sostanzialmente resisterà fino alla fine. Continua invece lo straordinario periodo di forma di Milan Macvan con 11 punti e 9 rimbalzi, aiutato da un Mclean da 6/7 dal campo.
Nonostante i giganti come Anosike e Pelle Varese soccombe a rimbalzo (41-27) dove Milano invece va forte con le ali Pascolo, Gentile su tutti ma il metronomo della squadra si conferma Ricky Hickman che segna solo 3 punti ma smazza ben 7 assist che fanno girare molto bene la squadra, come già visto in Eurolega.
Varese si conferma una squadra ben allenata e che può impensierire molte concorrenti in vista della stagione, mentre ancora una volta Milano pare troppo lunga per chiunque (soprattutto considerando l’assenza di Sanders e un Kalnietis molto lontano dalla migliore condizione)

Ea7 Milano: Mclean 13, Fontecchio 2, Gentile 9, Hickman 3, Kalnietis, Raduljica 2, Dragic 2, Macvan 11, Pascolo 11, Cinciarini 4, Abass 15, Simon 7

Openjobmetis Varese: Anosike 5, Maynor 3, Avramovic 19, Pelle 9, Cavaliero 11, Campani 14, Kangur 2, Ferrero, Eyenga 2, Johnson 6