Varese-Avellino: coach Vitucci contro il suo recente passato

Domani sera a Masnago per la seconda giornata del massimo campionato italiano di basket si affronteranno i padroni di casa della Cimberio Varese ed i campani della Sidigas Avellino. Le due squadre arrivano con uno stato d’animo completamente diverso al match, visto i diversi risultati ottenuti nei match d’esordio domenica scorsa.

La Cimberio  ha espugnato il palazzo di Brindisi con un pirotecnico 118-110 dopo un tempo supplementare, trascinata dal neo capitano Ebi Ere autore di ben 32 punti. La Sidigas, invece, è stata sconfitta all’esordio in casa dalla Sutor Montegranaro al termine di una scialba prova. La gara di domani avrà un sapore speciale per il tecnico dei lombardi Frank Vitucci, che nelle ultime due stagioni aveva guidato proprio la squadra irpina. Molto importanti sono stati i due anni in terra avellinese sia per l’uomo sia per il tecnico Vitucci, caduto un pochino in disgrazia dopo l’esonero tre stagioni fa da capoallenatore sulla panchina di Treviso, dopo i molti anni da vice dei vari Messina, Blatt e compagnia sulla panchina dei verdi della Marca. Nel biennio irpino il coach veneziano ha saputo superare i gravi problemi di infortuni e societari, mettendo in mostra un gioco spumeggiante, con le ciliegine sulla torta del quarto posto in classifica raggiunto nella regular season nella stagione 2010/2011 e la doppia final-eight di Torino. Molte sono le vedove di Vitucci in quel di Avellino, e se ne sarà accorto sicuramente il suo successore Giorgio Valli, imputato dai tifosi quale maggiore responsabile dell’opaca prova offerta dai suoi uomini sia in termini di impegno che di gioco contro Montegrenaro. Valli ha garantito che i suoi ragazzi daranno il massimo nella gara di domani, ed ancora una volta ha ribadito che lui non c’entra nulla sul fatto che Marques Green abbia lasciato Avellino. Queste le estuali parole del tecnico ex Montegranaro sul argomento: “Green ha scelto di andare a giocare al Cedevita perchè ha avuto una migliore offerta economica, e perché i croati disputerà l’Eurolega”. Comunque non mancano le attenuanti all’imputato Valli, infatti, il coach ha dovuto lavorare per quasi tutto il precampionato senza il play titolare Shakur, e dopo la gara d’esordio contro Montegranaro, dovrà fare ancora a meno domani contro Varese di Dwight Hardy, bloccato in Congo da dieci giorni per ultimare le pratiche per il suo passaporto congolese. Le due squadre partono per questo campionato con l’obiettivo comune di lottare per i play-off, e  magari diventare la quarta forza del campionato alle spalle delle grandi Milano, Siena e Varese, ma per la gara di domani i varesini partono decisamente favoriti. La bilancia del pronostico pende tutta per i biancorossi, che dopo un ottimo precampionato, anche nella gara di Brindisi, hanno dimostrato di aver assimilato già molte nozioni del gioco in velocità di Vitucci, che con grande abilità sembra già essere arrivato ad un buon punto nel lavoro di assemblamento del suo gruppo, anche se completamente nuovo. Domani sera (ore 20:30) il campo, giudice inappellabile, dovrà sentenziare se quello già visto nella prima giornata di campionato si ripeterà, o se ci sarà un finale a sorpresa in favore degli irpini.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata