Varese: A breve la firma di Jefferson, addio a Mantova tra le polemiche. Dure dichiarazioni del presidente Negri

L’affare Jefferson è in dirittura d’arrivo per la Openjobmetis Varese. L’ex ala-centro di Mantova, eroe della promozione dalla silver alla gold lo scorso anno, secondo “La Prealpina” si è recato questa mattina a Varese per le visite mediche, e si aspetta quindi solo l’ufficializzazione dell’accordo per il 4-5 Usa che sostituirà Ed Daniel. 

 

 

Il passaggio di Johndre Jefferson a Varese si è rivelato comunque particolarmente discusso, infatti il suo addio a

Mantova si è colorato di numerose polemiche e tensioni, specialmente tra il presidente della Dinamica Negri, gli agenti del giocatore e il giocatore stesso, messo fuori squadra e accusato di aver fatto di tutto per farsi mandare via su pressione del procuratore. Il numero uno degli Stings è esploso infatti in un duro attacco frontale ad ambiente e tifo nella conferenza stampa di Mantova-Verona, dove ha inoltre  esternato la sua rabbia per il caso Jefferson: “L’amarezza più grossa è di vedere Jefferson qua, lui dovrebbe vergognarsi di come si è comportato con noi negli ultimi mesi, e venire qua ad avere il coraggio a fare la star, perchè forse gliel’ha consigliato il procuratore che sta rovinando il mercato, le società e il giocatore. Io questo non lo posso accettare, è una ferita che porto dentro il mio cuore, e non potevo non dirlo, sono cose che mi hanno ferito brutalmente, voglio che tutto questo vada sulla stampa. I procuratori possono decidere quel che fanno i giocatori, i giocatori non si comportano seriamente, è una verogna per il basket, per i procuratori, per il nostro ambiente“.

 

 

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata