Un fatale Alessandro Gentile da 31 punti trascina Bologna alla vittoria su Brindisi

Vittoria doveva essere e vittoria è stata per la Virtus Bologna che protegge il fortino del PalaDozza battendo l’Happy Casa Brindisi per 94-85. 31 punti e 29 di valutazione per l’immarcabile Alessandro Gentile che ha trascinato i bianconeri al successo; 17 a referto per Pietro Aradori e doppia cifra anche per Ndoja. Dall’altra parte i pugliesi non mollano la presa, provano a riaprire i giochi fino alla fine del match ma non si mostrano letali. Sono comunque 4 gli uomini in doppia cifra per i biancazzurri con Tau Lydeka top scorer a quota 20 pt e doppia doppia per Donta Smith (18 pt, 11 rimbalzi e 4 assist); 19 a referto per Marco Giuri e 10 per Mesicek.

 

Transizioni veloci e tiri ben presi da entrambe le formazioni in avvio di gara; difesa molle per i padroni di casa che spendono un solo fallo nell’arco del quarto e permettono a Brindisi di giocare libera in contropiede. 25-19 fine primo quarto.

La Segafredo inizia a frenare l’attacco dei pugliesi trascinati da Giuri e Smith che marchiano il -2. Ma nella sua metà campo l’Happy Casa cerca di controllare nervosamente l’azione offensiva degli emiliani, regalando punti facili in lunetta che segnano il +11 per Ndoja e compagni. Ancora la coppia Giuri – Smith riduce rapida sul -2, poi le V nere provano a scappare ed è Gentile a mettere la firma del +8 con la tripla allo scadere. 49-41 all’intervallo.

Rientra in quintetto Moore per i pugliesi che nella ripresa accorciano le distanze sul -4. Brindisi tiene alta la difesa ma Bologna si affida al tiro dalla lunga distanza che non fallisce (44%). Lo stesso play brindisino non riesce a sbloccarsi al tiro (0 pt a referto) e si limita a servire i compagni che però si complicano la vita con il fallo antisportivo fischiato a Lydeka. La Virtus allontana gli ospiti sul 70-58 alla fine del terzo quarto.

Il 5-0 di parziale per i biancazzurri costringe Ramagli a chiedere l’immediato time out; al rientro è la tripla dell’ex Ndoja a infliggere il massimo vantaggio del +15. Brindisi prova a rimettersi in ritmo con la tripla di capitan Cardillo ma non riesce a ridurre il gap di 10 lunghezze; intanto Gentile non ne sbaglia una e così Bologna può solo sfruttare il cronometro a proprio vantaggio. Termina il match 94-85.

 

Tabellini

BOLOGNA: Lafayette 8, Slaughter 2, Gentile S. 7, Gentile A. 31, Aradori 17, Lawson 7, Baldi Rossi 6, Ndoja 10, Pajola 2, Umeh 4.
BRINDISI: Smith 18, Lydeka 20, Mesicek 10, Giuri 19, Tepic 9, Cardillo 3, Suggs 6, Moore 0, Iannuzzi 0.