Un commosso Brian Randle saluta Brindisi e i suoi tifosi; le parole dalla sala stampa

Oramai è più che ufficiale: in occasione della gara casalinga con la Virtus, Brian Randle ha calcato il parquet biancazzurro per l’ultima volta. L’ala americana è pronto, a malincuore, ad appendere le scarpette al chiodo, così da dedicarsi interamente alle terapie fisiche di cui ha bisogno. I vari infortuni subìti nel corso della sua carriera e il morbo di Crohn da cui è affetto, infatti, non permettevano al giocatore statunitense di allenarsi serenamente e di rendere in campo al meglio delle sue possibilità.

Momenti di commozione e lunghi applausi per il numero 95 da parte di tutto il pubblico del PalaPentassuglia. Queste le sue dichiarazioni al termine della partita:

“E’ dura per me in questo momento riuscire a dire qualcosa. Qui mi sono trovato molto bene, sia con i ragazzi che con lo staff tecnico; l’organizzazione societaria è di primo livello perciò mi dispiace due volte. Sono molto grato di aver avuto l’opportunità di venire a giocare in questo ambiente e ringrazio tutti perché qui mi sono trovato a mio agio con la mia famiglia. Auguro il meglio a tutti voi e sono sicuro che vi toglierete delle belle soddisfazioni, questo è un gruppo speciale”.