Ufficiale: Formenti confermato a Sassari

formenti, sassari

 Come anticipato questa mattina, arriva la conferma di Matteo Formenti in maglia Sassari, togliendo ogni dubbio  sull’enigmatico post del presidente Sardara.

 Il comunicato della società:

La Dinamo Banco di Sardegna è lieta di comunicare di aver raggiunto un accordo con il giocatore Matteo Formenti per la riconferma per la stagione 2015-2016. Arrivato a Sassari a fine novembre 2014, il giocatore lombardo è riuscito a ritagliarsi spazi importanti guadagnandosi la fiducia della società e di coach Meo Sacchetti nell’annata di esordio biancoblu in Eurolega e nella storica stagione del triplete di Supercoppa, Coppa Italia e Scudetto. Nato a Desio il 15 aprile 1982, guardia-ala di grande esperienza, nelle ultime tre stagioni, prima di approdare a Sassari lo scorso novembre, ha giocato in forza all’Enel Brindisi. Matteo Formenti, 194 centimetri per 90 chilogrammi, cresce nelle giovanili dell’Aurora Desio, con la società brianzola disputa i primi due campionati senior nel biennio 1999-2001 ed esordisce in serie C1. Nel 2000 riceve la chiamata della Nazionale Juniores con cui gioca i campionati Europei di categoria che gli valgono la convocazione nella selezione nazionale Under 20. Nel 2001 si trasferisce a Treviglio dove gioca 21 partite in serie B1, dopo una sola stagione firma con Casale Monferrato, importante parentesi della sua carriera cestistica. L’avventura tra le fila della Junior Casale dura ben 7 stagioni, dal 2002 al 2009, con quattro campionati di Legadue e tre di B1 all’attivo. Nel 2009 riceve la chiamata di Cremona, in maglia Vanoli fa il suo esordio nella massima serie italiana e raggiunge in entrambe le stagioni l’obiettivo salvezza. Firma nell’estate del 2011 con l’Enel Brindisi, una nuova importante esperienza che lo lega ai colori pugliesi per tre anni: dalla promozione in Serie A fino ai quarti di finale dei playoff scudetto della stagione 2013-2014, disputati proprio contro la Dinamo. Formenti è giocatore dalle spiccate qualità atletiche e difensive, come ha dimostrato anche nel corso della stagione appena conclusa in maglia Dinamo e in particolare nella serie dei quarti di finale scudetto contro Trento. Capace di mettersi al servizio della squadra, è in grado di prendersi responsabilità grazie anche alla confidenza con il tiro da tre. Una garanzia di esperienza per il roster biancoblu, che potrà ancora contare sulla sua caratteristica duttilità, arma spesso fondamentale nelle strategie di variazione delle soluzioni tattiche di coach Meo Sacchetti.