Tutto quello che ci ha raccontato il lungo turno pasquale

Nell’ undicesima giornata del girone di ritorno del massimo campionato italiano di basket per la terza volta la Montepaschi Siena, capolista in classifica, non è scesa in campo, questa volta perché gli uomini di Pianigiani dovevano affrontare come da calendario il loro turno di riposo. Ora i toscani (con due gare in meno da recuperare rispetto le altre) vedono ridursi a soli due i punti di vantaggio sulla seconda Cantù, che affronteranno dopo domani in trasferta per il primo dei due turni da recuperare (l’altro il 19 Aprile in casa contro Avellino). Gli uomini di Trincheri, quindi, con la vittoria interna rispettando il pronostico sulla cenerentola Casale, si mettono a distanza d’aggancio rispetto i penta campioni in carica di Siena. La formazione piemontese nell’anticipo di Venerdì scorso, nonostante l’assenza del play Shakur,  le ha provate tutte contro i lombardi, ma dopo tre quarti alla pari nell’ultima frazione si è dovuta arrendere alla maggiore forza dei canturini. Situazione, ormai, del tutto compromessa in fondo alla classifica per i piemontesi, che hanno visto aumentare il proprio distacco dalla penultima in classifica Teramo a sei punti. Infatti i biancorossi abruzzesi di coach Ramagli hanno sconfitto senza troppi patemi nell’incontro casalingo una dimessa Otto Caserta. I casertani hanno volta messa al sicuro la propria salvezza hanno tirato i remi in barca, e nell’ultimo mese di campionato hanno incassato ben cinque sconfitte consecutive. Detto di una lotta salvezza che sembra arrivata all’epilogo, invece, è sempre più strenua la lotta in classifica, oltre alla prima posizione, quella che va dalla seconda all’ottava piazza. Sotto appena due punti alla seconda Cantù, c’è un gruppo di quattro squadre a quota 32 punti “capitanato” dall’Emporio Armani Milano. I milanesi nella giornata di Pasqua hanno battuto sulle tavole del palasport di Ancona, dopo l’incontro più bello e spettacolare  della giornata, i padroni di casa di Montegranaro. Prova di discreta forza per gli uomini di Scariolo, mentre i marchigiani, protagonisti di un ottimo girone di ritorno, devono abbandonare le ultime velleità di inserirsi nella lotta play-off. Continuano le belle favole di Sassari e Venezia, appaiate in classifica con Milano; le due squadre proseguono nell’ andare avanti nel loro campionato sorprendente di alta classifica. I sassaresi hanno sconfitto in casa la Benetton Treviso, per i trevigiani stesso discorso fatto in precedenza per Montegranaro, mentre l’Umana  Venezia ha sconfitto in casa la Virtus Bologna. I bianconeri felsinei, avanti alla fine del terzo quarto, sono stati schiantati dai lagunari di Mazzon nell’ultima frazione di gioco. Per Bologna continua la striscia negativa in trasferta, che fa perdere contatto agli uomini di Finelli dalla terza posizione, ora settimi a meno due dalle terze. Il quartetto delle terze è chiuso dalla Scavolini Siviglia Pesaro, che pure dovendo fare a meno di Cusin (il lungo della nazionale italiana ne avrà per circa un mese), trova un grande Lydeka nel pitturato, e batte agevolmente la Vanoli Braga Cremona, la quale può considerarsi virtualmente salva con ben otto punti di vantaggio su Casale. Infine, molte novità per la lotta all’ottavo posto. Ultima posizione, valevole per l’ingresso ai play-off, che è stata conquistata al termine della giornata dalla Cimberio Varese, che ha vinto dopo un supplementare sul campo di Biella (addio definitivo per i piemontesi di coach Cancellieri al post season). I varesini di Recalcati sono staccati di due lunghezze dalla settima posizione della Virtus Bologna, mentre hanno due punti di vantaggio sul duo Avellino-Roma. Romani, che  con la vittoria in terra irpina hanno agganciato la formazione biancoverde; formazione di Vitucci, sempre più rimaneggiata, che nello scontro diretto ha dovuto fare a meno del fondamentale apporto  del suo totem dentro l’area Linton Jhonson.