Trento spezza la maledizione biancorossa, Reggio Emilia cade ancora al PalaBigi

filippo-baldi-rossi-trento-2016-10-30

La Dolomiti Energia Trentino espugna con autorità il PalaBigi per 87-75 e trova il primo successo della sua storia in Serie A contro i biancorossi emiliani. Con questa terza sconfitta casalinga la Grissin Bon Reggio Emilia è sorpassata in classifica e negli scontri diretti, preziosi in chiave playoff, proprio dagli uomini di coach Buscaglia.

Fondamentali per la vittoria dei bianconeri (quinta consecutiva) le prestazioni di Baldi Rossi (26) e Sutton (21), mentre ai padroni di casa non basta la generosità del play De Nicolao e Kaukenas in una serata dove le principali bocche da fuoco Della Valle ed Aradori rimangono praticamente a secco.

Buono l’approccio dei reggiani nel primo quarto, chiuso in vantaggio di 8 lunghezze grazie al grande lavoro sotto le plance di Cervi e Polonara. Con Kaukenas mattatore la Reggiana trova il massimo vantaggio al 14′ (3422) poi si sveglia Trento con Baldi Rossi e Sutton pericolosi dentro e fuori dall’arco dei 6,75m. Le prime avvisaglie di un imminente sorpasso ospite arrivano al 17′ dopo un 122 di parziale dei bianconeri firmato Marble e Sutton che il quintetto di piccoli con Polonara e Williams non riesce ad arginare. Il primo vantaggio della Dolomiti Energia si concretizza al 24′ (47-48) con un gioco da tre punti di un incontenibile Baldi Rossi; da lì in poi inizia una lotta serrata canestro su canestro che premia i viaggianti bravi a tenere alta l’intensità in difesa che limita le folate offensive dei vice campioni d’Italia (appena 10 punti nel terzo parziale). Reynolds sotto il tabellone è un fattore per Reggio ma i troppi falli continuano a limitare il rendimento dell’ex Recanati (appena 16′ in campo).

Toto Forray sigla il +5 alla penultima sirena (54-59) e la Grissin Bon torna in campo intenzionata a frenare l’attacco ospite con la difesa a zona ma viene ripetutamente punita dalla distanza e al 34′ si ritrova ad inseguire sul -14 (58-72). Anche nell’uno contro uno Trento è devastante e costringe la difesa emiliana a ripetuti falli (30 i tiri dalla lunetta per i bianconeri). De Nicolao, autore di una grande prova da 9 punti e 10 assist, prova a dare la scossa ai biancorossi che tornano a -8 ma un doppio errore dalla lunetta di Polonara e la seguente tripla realizzata da Baldi Rossi mandano i titoli di coda con 60″ di anticipo al PalaBigi.

MVP BasketItaly.it: Filippo Baldi Rossi (26 punti, 2/3 da 2, 5/6 da tre, 7/9 dalla lunetta, 6 rimbalzi, 31 di valutazione). L’ala grande vignolese trova la sua miglior prestazione stagionale proprio sul campo dove si infortunò al crociato un anno fa. Decisivo da 3, lotta a rimbalzo e domina anche nel pitturato.

GRISSIN BON REGGIO EMILIADOLOMITI ENERGIA TRENTINO 7587 (25-17, 44-40, 54-59)
REGGIO EMILIA: De Nicolao 9, Della Valle 7, Aradori 4, Polonara 12, Cervi 12; Needham, Kaukenas 15, Williams 8, Reynolds 8. Ne Strautins. All: Menetti.
TRENTO: Craft 10, Marble 8, Gomes 4, Baldi Rossi 26, Hogue 11; Forray 7, Flaccadori, Moraschini, Sutton 21. Ne Lovisotto, Bernardi, Lechthaler. All: Buscaglia.