Trento prosegue la sua marcia e batte Pistoia. I toscani salvi matematicamente

La Dolomiti soffre più del previsto a battere una coriacea Pistoia e continua la sua marcia per un buon piazzamento ai play off. Quando sembrava che la partita fosse indirizzata per il Trentino, sono stati bravi i Toscani a piazzare un parziale di 12-0 ad inizio ultimo quarto e trovandosi sul 69-69 a 4’34” dalla fine. Una veemente reazione dei padroni di casa ed un tecnico fischiato alla panchina pistoiese, hanno di fatto chiuso una gara, molto equilibrata fino a quel momento. Pistoia virtualmente già salva, da stasera può comunque festeggiare anche con la matematica, dopo le contemporanee sconfitte di Pesaro e Capo d’Orlando. Per Trento ottime le prove di Sutton, Forray, Gomes e Shields, mentre per Pistoia bene Mian e Laquintana, mentre a corrente alterna McGee e Moore.

Trento inizia con Forray, Sutton, Silins, Shields e Hogue, mentre Pistoia schiera Laquintana, Moore, Gaspardo, Mian e Ivanov. Parte con grande ritmo Trento e grazie ad un paio di canestri di Hogue si trova avanti 11-4, ma Pistoia ribalta tutto dalla lunga distanza e con due triple di Mian si porta in vantaggio 12-13 a metà periodo. Le difese concedono anche troppo e la partita prosegue in equilibrio, con il primo quarto che si chiude con i biancorossi avanti di due lunghezze, grazie alla tripla finale di Gaspardo. Ad inizio del secondo periodo arriva subito il terzo fallo di Lechtaler, con Pistoia che allunga sul 21-26, ma Trento è aggressiva, agguanta la parità e cerca di scappare con cinque punti di Gomes, tornando avanti 37-32. Nonostante lo strapotere di Dustin Hogue, un ispirato McGee colpisce due volte dalla distanza e riporta sotto i biancorossi, con il primo tempo che si chiude con la Dolomiti in vantaggio di tre punti. Parte forte Trento anche ad inizio secondo tempo, piazzando un parziale di 7-0 e trovando il primo vantaggio in doppia cifra sul 49-39; la Dolomiti alza i ritmi ed i biancorossi tentano di rimanere aggrappati alla partita grazie ai tiri dalla lunga distanza. I padroni di casa però gestiscono il vantaggio e chiudono il periodo sopra di nove punti. Otto punti consecutivi di Mian ed un antisportivo fischiato ad Hogue aprono l’ultimo periodo, con i toscani che si avvicinano sul 62-61 dopo un minuto di gioco; un canestro in penetrazione di Laquintana e due liberi di Ivanov allungano il parziale sul 12-0 e Pistoia che torna avanti 62-65 dopo tre minuti. Con il rientro in campo di Forray, Trento ritrova certezze e con un mini parziale di 4-0 torna a condurre sul 66-65 e costringe Esposito a chiamare il time out; McGee risponde ad una gran giocata di Sutton ed a 4’24” dal termine il punteggio è sul 69-69. Un tecnico alla panchina, dopo un fallo di McGee su Sutton, compromettono la gara della The Flexx, con Trento che torna avanti sul 75-69 a tre dalla fine grazie ad una tripla di Gomes. Trento mette in campo tutta la sua potenza fisica e chiude una gara molto combattuta.

MVP: Dustin Hogue, 17 punti in 32 minuti, con un grande primo tempo. 7/10 dal campo, 10 rimbalzi e 27 di valutazione.

Dolomiti Energia Trentino – The Flexx Pistoia 85-70 (21-23 / 42-39 / 62-53)

Dolomiti Energia Trento: Franke ne, Sutton (17), Silins (5), Forray (5), Conti ne, Flaccadori (4), Gutierrez (2), Gomes (16), Hogue (17), Lechthaler (), Shields (19). All. Maurizio Buscaglia

The Flexx Pistoia: Moore (8), Magro (0), Gaspardo (7), Mian (18), McGee (16), Ivanov (7), Bond (6), Barbon ne, Onuoha ne, Della Rosa (0), Laquintana (8). All. Vincenzo Esposito

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *