Trento domina e rincorre i playoff; non c’è storia per Brindisi battuta per 85-68


Seconda vittoria consecutiva per un’Aquila Basket Trento mai doma (7 successi nelle ultime 8 gare) che sale al quinto posto in classifica e costruisce una sempre più concreta partecipazione alla post season. A tornare a casa insoddisfatta è la New Basket Brindisi che dopo un inizio di partita difficoltoso, non riesce a trovare le chiavi per rimediare ai danni e chiude il match sul -17 (85-68).

Non bastano ai brindisini i 14 punti di Giuri (4/6 da tre) e i 13 di Smith, accompagnati dalla sfiorata doppia doppia di Lydeka (9 pt e 8 rimbalzi). Per i padroni di casa bianconeri sono cinque gli uomini in doppia cifra, a cominciare da Shields a quota 22, super prestazione di Sutton da 16 punti e 12 rimbalzi, 16 a referto anche per Gomes, e infine Forray e Silins rispettivamente a quota 14 e 10.

 

 

Avvio di gara a ritmi alti per le due compagini, i primi due punti sono firmati da Dominique Sutton ma Brindisi non riesce a costruire bene in fase d’attacco (0/5 da tre) e colleziona tre palle perse nei primi tre minuti. In difesa l’Happy Casa chiude bene i padroni di casa, ma Hogue e Sutton sono due certezze nel gioco sotto canestro. 10-0 e rapida chiamata di coach Vitucci che vuole rimescolare le carte. Sblocca Lydeka dalla lunetta, poi seguono due triple di fila del brindisino Giuri che riavvicina gli ospiti sul 21-15 alla fine del primo quarto.

Shields e Gomes ripristinano il vantaggio grazie ai tiri dalla lunga distanza, nel frattempo i biancazzurri rosicchiano punti in post basso riavvicinandosi sul -6 dopo cinque minuti. Trento è libera al tiro da tre e ritrova la doppia cifra, poi è solo caos negli ultimi due minuti: prima un fallo tecnico fischiato a Sutton per eccessiva esultanza, che però non si conclude bene per i brindisini; Moore infatti sbaglia completamente la rimessa e commette fallo antisportivo sul contropiede di Forray. Vantaggio comodo dell’Aquila prima dell’intervallo sul 46-30.

Nella ripresa Brindisi si affida quasi totalmente al sangue freddo di Smith che senza troppa fatica riaccorcia sul -11. Dall’altra parte però Trento lavora più di squadra e rende ancora più difficili i giochi ai pugliesi. Di nuovo Giuri in serata dal tiro da fuori ne infila due che segnano l’eterno -11, poi Mesicek ripete sulla sirena ed è 62-53 alla fine del terzo quarto.

Ultimi dieci minuti in cui Trento è quasi inarrestabile e non concede nessuno spazio agli uomini di Vitucci. Dopo tanti errori si iscrive a referto il play Nic Moore (10 pt e “solo” 17 minuti in cui non riesce ad imporsi), segue la tripla di Suggs per il -10; quando però Brindisi prova a riavvicinarsi i trentini cacciano via ogni speranza e iniziano a vedere da più vicino il traguardo. Ed è proprio Gomes negli scorci del match a sigillare dall’arco la vittoria sull’85-68.

 

Tabellini

TRENTO: Sutton 16, Silins 10, Shields 22, Gomes 16, Forray 14, Gutierrez 0, Hogue 4, Franke 0, Flaccadori 3.
BRINDISI: Giuri 14, Suggs 8, Tepic 2, Smith 13, Cardillo 1, Lydeka 9, Moore 10, Iannuzzi 6, Mesicek 5.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *