Torna il “classico” del basket: Milano sfida la Virtus e Alessandro Gentile

Il Big Match della sesta giornata di Serie A si gioca al Forum di Assago, dove l’Olimpia Milano di Pianigiani ospita la Virtus Bologna. La sfida tra le due squadre più importanti d’Italia torna ad avere un sapore di alta classifica. Entrambe devono cercare di riscattare le due sconfitte subite nell’ultimo turno di campionato, che ha visto Milano soccombere a Sassari e Bologna gettare al vento la vittoria contro Venezia. Sarà la sfida tra molti “ex”: oltre ai fratelli Gentile infatti, tornano a Milano Pietro Aradori e Oliver Lafayette, mentre in maglia biancorossa, per la prima volta, Simone Fontecchio affronta il suo passato.

QUI MILANO

Per la prima volta in questa stagione, L’Olimpia dovrà cercare di riscattare una sconfitta in campionato, dopo il tracollo in Sardegna contro la Dinamo. Settimana certamente non facile per Coach Pianigiani, che ha dovuto alzare bandiera bianca anche in Eurolega, dove non c’è stata partita a Tel Aviv, con il Maccabi che è facilmente uscito vincitore dal confronto con i meneghini. Come sempre a guidare Milano ci penserà il duo Theodore-Goudelock, coppia dalla quale passano le fortune milanesi, e dalla solidità di Guidatis, giocatore fondamentale in area, che garantisce punti e rimbalzi.

QUI BOLOGNA

Settimana difficile in casa bianconera: la gara con Venezia non è stata ancora digerita (avanti per 37 minuti toccando anche il +17), e come se non bastasse, Marcus Slaughter, vero punto di riferimento del quintetto bolognese, molto probabilmente non sarà della partita, come confermato anche da Coach Ramagli in sala stampa. Il mercato anche per questa settimana non ha portato novità, e la Virtus giocherà un’altra partita senza il fatidico “4” titolare. Ma la grande attrazione della serata sarà l’atteso ritorno di Alessandro Gentile nella “sua” Milano, al quale ha contribuito agli ultimi due scudetti meneghini, prima del burrascoso divorzio di un anno fa. Queste le parole in sala stampa di Ramagli: “la presentazione della squadra avversaria è quasi superflua. Hanno il roster più attrezzato della serie A, ed è normale che sia così perché per partecipare all’Eurolega serve un roster vario, profondo e quantitativo in tutti i ruoli. E nonostante questo sono in difficoltà in Eurolega, anche se il calendario non li ha aiutati. Hanno 17 giocatori, solo parzialmente tesserati per il campionato italiano, dove ne vanno a referto 12. Non chiedetemi se saranno stanchi o no, perché 6 di questi 12 non hanno messo piede in campo a Tel Aviv e hanno totale freschezza fisica e mentale. E cinque di questi sei sono Nazionali italiani. E’ un confronto con una squadra con profondità e livello qualitativo altissimo. Probabilmente mancheranno due giocatori, perché oltre a quello che già non c’è, c’è Slaughter, che è oggettivamente molto complicato che possa esserci. Sarà grande emergenza, ma non abbiamo niente da perdere, dobbiamo godercela, fare la migliore partita possibile anche con strumenti e armi mai usate, e line-up mai provate in allenamento”.

Al Forum di Assago si giocherà domenica 5 novembre alle ore 20.45. Diretta RaiSport 1 ed Eurosport Player.